Transparency: la Slovacchia migliora di alcune posizioni nella lotta alla corruzione

corruzione_(erlendaasland_4107345124@flickr_CC)

Ci sono progressi, ha ammesso il capo di Transparency International Slovakia (TIS) Gabriel Sipos, ma per la Slovacchia la lotta contro la corruzione è ancora lontana dall’essere vincente. Sipos ha parlato in una conferenza stampa mercoledì che aveva come tema la presentazione del rapporto 2014 sul Corruption Perception Index (CPI), l’analisi elaborata da Transparency International ogni anno esaminando la situazione in 175 Paesi del mondo. Nell’ultimo elenco la Slovacchia è finita in 54esima posizione, migliorando di sei posti rispetto allo scorso anno. Nonostante questo, il Paese è ancora al sest’ultimo posto tra i 28 Stati membri dell’Unione europea, e l’ultimo dei quattro paesi del Gruppo V4. Nell’UE hanno fatto peggio solo la Croazia (61esima), e il gruppo di coda formato da Italia, Romania, Bulgaria e Grecia, tutti in 69esima posizione.

Al top della classifica, i paesi più virtuosi sono Danimarca, Nuova Zelanda e Finlandia, mentre all’altro estremo si trovano Somalia, Corea del Nord e Sudan.

A migliorare le cose per la Slovacchia sarebbero state, secondo TIS, l’introduzione della legislazione sulla protezione degli informatori, norme più rigide sul finanziamento dei partiti e l’introduzione di un mercato elettronico per le commissioni statali.

(Red)

Foto Erlend Aasland CC-BY-NC-SA

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google