Anniversari: alla Sapienza la Rivoluzione di Velluto nelle opere degli scrittori slovacchi

richter-balaz

Per il 25° anniversario della Rivoluzione di Velluto si è tenuta il 13 novembre a Roma, presso il Dipartimento di Lingua e letteratura ceca e slovacca dell’Università La Sapienza un incontro che ha coinvolto studenti, slovacchisti, boemisti e insegnanti di lingue e culture slave con gli scrittori slovacchi Milan Richter e Anton Balaz. I due, che sono rappresentanti del Club degli scrittori indipendenti, hanno presentato brani del loro lavoro letterario in relazione agli sviluppi storici che nell’ex Cecoslovacchia si conclusero con gli avvenimenti della Rivoluzione di Velluto nel novembre 1989.

Milan Richter ha portato una selezione di poesie che riflettono le violazioni dei diritti umani in Cecoslovacchia nel 1988-1989 e ha presentato i suoi ultimi lavori poetici e drammatici. Mentre Anton Balaz, dopo la presentazione del romanzo “Len jedna jar” (Solo un barattolo) ha introdotto il suo lavoro sulla sceneggiatura per il prossimo film su Alexander Dubcek.

L’incontro, diretto dal capo del Dipartimento Lingua e letteratura ceca e slovacca prof. Annalisa Cosentino, è stata caratterizzata dal massimo interesse degli studenti agli eventi della rivoluzione e ai processi creativi in poesia e prosa degli ospiti slovacchi, le cui opere sono state presentate nelle traduzioni italiane preparate dagli studenti di slovacchistica  sotto la guida della traduttrice Alessandra Mura. Erano presenti i docenti di lingua slovacca e ceca Zuzana Nemcíkova e Lucia Casadei.

(Fonte Ambasciata Slovacca)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.