25° Rivoluzione di velluto: a Roma Milan Kňažko e Karel Schwarzenberg

knazko-Schwarzenberg_(wikipedia)

È all’anniversario dei 25 anni dall’inizio della Rivoluzione di velluto che l’Ambasciata slovacca a Roma dedica il consueto “Ricevimento dei connazionali slovacchi e cechi”, che si terrà martedì 25 novembre a partire dalle ore 19:00. Per l’occasione, insieme alla mostra „25° anniversario della Rivoluzione di velluto“ saranno presenti alcuni dei maggiori rappresentanti degli eventi rivoluzionari del 1989: lo slovacco Milan Kňažko e il ceco Karel Schwarzenberg.

Kňažko è attore, ed è stata una tra le facce più note del movimento Verejnosť proti násiliu / VPN (Pubblico contro la violenza), controparte slovacca del Forum Civico di Havel a Praga che guidò le proteste contro il regime comunista nel 1989. Già ministro nei primi anni ’90 (alle Relazioni internazionali prima e agli Affari esteri poi), Kňažko si è riaffacciato sulla scena politica solo vent’anni dopo, lanciando nel 2013 la sua campagna per la scalata alla Presidenza della Repubblica, terminando“soltanto” quarto con 244mila voti (pari al 12,86%) nelle elezioni tenutesi nel mese di marzo 2014. Considerando un risultato gratificante ottenuto soprattutto nell’area intorno alla capitale Bratislava, Kňažko ha poi creduto di capitalizzare il sostegno alla sua figura di diversi partiti di centrodestra per candidarsi a Sindaco di Bratislava. Il voto di sabato 15 novembre, tuttavia, malgrado la concomitanza del venticinquennale del 17 novembre 1989, che lo avrebbe messo in luce con la sua carica simbolica (lo scorso anno annunciò proprio in quella data la sua candidatura alla Presidenza), lo ha però grandemente deluso, piazzandolo solo al terzo posto dietro al nuovo sindaco Ivo Nesrovnal e all’attuale primo cittadino Milan Ftacnik.

Accanto a lui a Roma sarà Karel Schwarzenberg, di casata nobile (Carlo VII principe di Schwarzenberg), che ha vissuto a lungo all’estero (in particolare in Svizzera e a Vienna) dopo essere espatriato dalla Cecoslovacchia da bambino nel 1948 quando i comunisti requisirono le numerose proprietà della famiglia. Schwarzenberg, che si definisce “un Mitteleuropeo con passaporto svizzero” (che mantiene insieme a quello ceco), si impegnò negli anni ’60 nella politica austriaca, e come oppositore del regime in Cecoslovacchia, soprattutto dopo la repressione della Primavera di Praga. Sostenne la letteratura cecoslovacca, e i diritti umani (fu anche presidente della Federazione internazionale di Helsinki). Dopo la Rivoluzione di velluto rientrò a Praga e divenne consigliere del presidente Václav Havel dal 1990 al 1992. Nel del 2004 venne eletto al Senato ceco e a inizio 2007 fu nominato Ministro degli Esteri nel secondo governo Topolánek (fino al 2009). Con il suo partito TOP 09 fu tra i partiti della coalizione che vinse le elezioni del 2010, riprendendo la poltrona di Ministro degli Esteri fino alla caduta del governo nel 2013. Nel frattempo si candidò alla Presidenza della Repubblica, dove perse al ballottaggio (con il 45%) contro l’attuale capo dello Stato Milos Zeman. Contro di lui fu innescata una feroce propaganda diretta in sordina dalla famiglia del Presidente Václav Klaus, che non mancava di mettere in dubbio la lealtà di Schwarzenberg alla Repubblica Ceca per i suoi stretti legami con l’Austria (la moglie è austriaca, lui vive gran parte del suo tempo nel suo palazzo di Vienna, e parla un ceco infarcito di influenze tedesche). Schwarzenberg è molto apprezzato dalle cancellerie a livello internazionale.

Il giorno successivo, mercoledì 26 novembre (ore 16:30), si terrà presso l’Istituto Luigi Sturzo (Via delle Coppelle 35, Roma) un incontro sul 1989 e sugli sviluppi delle democrazie slovacca e ceca dal titolo „25 dalla Rivoluzione di Velluto“. Protagonisti ancora Milan Kňažko e Karel Schwarzenberg, a cui si unirà Emma Bonino, ex Ministro degli Affari esteri della Repubblica Italiana e il professore Francesco Caccamo  dell’Università degli Studi „G. D’Annunzio“ di Chieti-Pescara. Moderatore della serata sarà l’Ambasciatore Luigi Vittorio Ferraris

Gli eventi sono organizzati dall’Ambasciata della Repubblica Slovacca insieme all’Ambasciata della Repubblica Ceca in Italia, l’Ambasciata della Repubblica Slovacca e l’Ambasciata della Repubblica Ceca  presso  la Santa Sede e l’Istituto Slovacco a Roma. Il secondo ha visto anche la collaborazione dell’Istituto Sturzo.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google