Radicova: aiutiamo la Grecia se anche le banche pagano i loro errori

La Slovacchia è pronta a sostenere proposte per affrontare la crisi greca che non incidano solo sul suo popolo, ma anche sulle banche, ha detto il Premier slovacco Iveta Radicova (SDKU-DS) nel programma settimanale della Radio Slovacca ‘Sobotne dialogy’, di fronte al suo predecessore Robert Fico. Secondo lei non è accettabile che le banche non siano coinvolte negli aiuti, in quanto responsabili della concessione di prestiti a lungo termine e sconsiderati verso la Grecia. «Siamo pronti ad essere solidali solo dopo che queste istituzioni, direttamente responsabili della situazione attuale, introdurranno misure per fermare il declino in atto della Grecia o in altri paesi», ha detto, aggiungendo che presenterà questa posizione anche al prossimo giro di incontri a Bruxelles.

La Radicova sostiene ancora che la decisione del Governo di rifiutare la fornitura del prestito alla Grecia, 800 milioni di euro come parte di un pacchetto di 110 miliardi per il salvataggio dei Paesi della zona euro, è giusta. «Non è della solidarietà con la gente greca che stiamo parlando qui, questa è piuttosto solidarietà con le banche», ha sostenuto. Secondo lei, la Grecia si è trovata sull’orlo del fallimento a causa di Governi, banche, agenzie di rating, e insufficiente vigilanza delle istituzioni europee.

La Radicova considera le misure di austerità introdotte dalla Grecia come crudeli per il suo popolo, ma inefficaci per fermare il declino del paese. «Non credo che un politico di sinistra come il signor Fico sarebbe d’accordo con quello che sta succedendo con i cittadini greci adesso. Sono più che scioccata dalle riforme attualmente in corso in Grecia», ha detto al suo avversario nel talk show.

Il presidente di Smer-SD ed ex Primo Ministro Robert Fico ha ammesso che il prestito alla Grecia rappresenta una questione controversa. Tuttavia, egli ritiene che il nuovo Governo uscito dalle elezioni del 12 Giugno ha seriamente danneggiato la reputazione internazionale della Slovacchia con il suo atteggiamento sprezzante verso l’iniziativa di salvataggio europeo. Fico ha difeso l’impostazione del suo partito, i cui deputati non hanno partecipato alla votazione finale sul prestito greco in Parlamento. Secondo lui, Smer-SD ha inteso rinviare la votazione a Settembre, quando sarà disponibile il rapporto ufficiale sul modo in cui la Grecia sta rispettando gli obblighi. «Ora non abbiamo rapporti, ufficiali o meno, dunque non potremmo sostenere il prestito», ha detto Fico, aggiungendo che la Slovacchia deve coordinare il suo approccio verso l’Europa.

(Fonte TASR)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google