Maľba 2014: premiati da Nadacia VUB con 20mila euro i tre migliori giovani artisti

malba14_01

Si è tenuta giovedì 13 novembre presso la galleria Nedbalka a Bratislava la premiazione del concorso per giovani pittori Maľba 2014 (Pittura 2014), promossa dalla fondazione Nadacia VUB. A vincere il ricco primo premio di 10mila euro è stato Juraj Florek con l’opera “Nočný bankomat” (Bancomat notturno), giudicato “Maľba roka” (Pittura dell’anno) che è piaciuta alla giuria per il suo mettere in mostra la banalità dell’ambiente urbano, dove l’autore percepisce e rappresenta il presente rifacendosi a famose immagini del passato. Il quadro è stato scelto tra i lavori di ben 91 artisti, o meglio pittori, slovacchi sotto i 35 anni. La giuria internazionale della nona edizione di Maľba era composta da Pawel Jarodzkeho, noto artista polacco, Rudolf Sikora, uno dei più importanti rappresentanti dell’arte slovacca della seconda metà del ‘900, dallo storico dell’arte ceco Jan Skřivánek e dal rettore dell’Accademia di Belle Arti di Budapest Tibor Somorjai Kiss.

Dietro a Florek, laureato all’Accademia di Belle Arti di Banska Bystrica, il secondo posto è stato assegnato a Matej Fabian per il dipinto “Ghost Riders” dalla forte energia ed espressività, dove i giurati hanno apprezzato la tecnica pittorica e lo spirito grottesco dell’opera. Fabian è laureato all’Accademia di Belle Arti di Bratislava. Il terzo posto è andato ad András Cséfalvay, studente di dottorato presso l’Accademia di Belle Arti di Bratislava, per „The Quality – Quantity Debate“ (Il dibattito Qualità – Quantità”). Al secondo e terzo classificato sono andati premi in denaro per 6.500 e 3.500 euro rispettivamente, portando il “monte premi” totale del concorso a ben 20.000 euro. A premiare i vincitori è stato il direttore generale e presidente di VUB Banka (Gruppo Intesa Sanpaolo) Alexander Resch, che è anche presidente del consiglio di sorveglianza di Nadacia VUB. A lui abbiamo rivolto un paio di domande.

BS – È la nona edizione di un concorso ormai consolidato nel panorama artistico slovacco, rivolto in particolare ai giovani emergenti, e che è diventato molto importante. Come lo vede per il futuro?

A.Resch – «Ormai Malba è decisamente un’istituzione di questo Paese nell’offrire un aiuto ai giovani artisti che hanno talento. Io vedo molto bene questa manifestazione anche per il futuro, perché continueremo con questa iniziativa anche negli anni a venire e non abbiamo alcuna intenzione di interromperla. Anzi, se vediamo quanti nuovi nomi hanno partecipato quest’anno, e tra i finalisti erano dieci su venti, posso solo dire che questa è una testimonianza del successo di questa iniziativa, ben apprezzata dagli artisti ma anche dal pubblico.

BS – Nel corso della premiazione lei ha annunciato un progetto importante che coinvolgerà anche l’Italia, con una mostra a Milano nel 2016.

A.Resch – «Questo progetto è stato possibile anche grazie all’impegno del mio predecessore Ignacio Jacquotot (ex direttore generale di VUB Banka e ora a Milano a capo della Divisione Filiali estere dell’intero Gruppo Intesa Sanpaolo). Insieme abbiamo pensato a cosa si poteva fare per celebrare il decimo anniversario del concorso Malba. In questo contesto abbiamo avuto l’opportunità di esporre tutti i vincitori dei dieci anni [l’anno prossimo si terrà la decima edizione – ndr] a Milano, in Galleria d’Italia, che è la sede storica di Intesa Sanpaolo convertita in museo per ospitare le opere e i pezzi più importanti del patrimonio artistico di Intesa Sanpaolo. Siamo felicissimi di avere questa opportunità, che sarà apprezzata anche dagli artisti giovani quale vetrina non solo in Italia, ma a disposizione di tutti i visitatori di Milano».

Le 20 opere finaliste, incluse ovviamente le tre premiate, rimarranno in mostra presso la Galéria Nedbalka (Nedbalova ulica 17, Bratislava) fino al 21 dicembre con ingresso gratuito. Le immagini dei quadri finalisti si possono vedere anche sul sito www.malbaroka.sk.

Nelle due foto: Alexander Resch consegna gli “assegni” agli artisti scelti dalla giuria

Nato nel 2006, il concorso Maľba si rivolge ad artisti professionisti di età fino ai 35 anni, e sottopone i loro lavori ad una giuria internazionale la cui composizione cambia ogni anno. Alla prima seduta la giuria seleziona un massimo di 20 finalisti sulla base delle opere in formato digitale. Nel secondo incontro, con le venti opere appese in galleria, i giudici selezionano i tre quadri migliori che riceveranno premi in denaro.

La Fondazione VUB svolge da dieci anni attività di sostegno a progetti in diversi ambiti del sociale e della cultura, allo scopo di assolvere ai compiti di responsabilità sociale d’impresa nei quali crede VUB Banka, con tre programmi principali intitolati “Speranza”, “Educazione” e “Arti” che promuovono valori civili, umanitari e ambientali, l’istruzione e la conservazione del patrimonio culturale ed artistico in Slovacchia. Solo nel campo artistico, nel 2013 VUB ha sostenuto un totale di 26 progetti con un budget totale di oltre 340mila euro, buona parte dei quali con associazioni e organizzazioni partner di lungo periodo. Oltre a Maľba, uno dei progetti in questo settore di maggiore visibilità (e che riceve metà dei fondi disponibili) è “Poklady môjho srdca” (Tesori del mio cuore) che ogni anno chiede ai cittadini di votare per un’opera del patrimonio monumentale slovacco da restaurare con i fondi di Nadacia VUB (quest’anno tocca alle vetrate storiche, per cui è possibile votare fino a fine mese). Il totale di risorse distribuite dalla fondazione nel 2013 ammonta a 673mila euro, una somma senz’altro interessante per il settore non profit slovacco.

(Pierluigi Solieri)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google