Fico incontra Poroshenko, che ringrazia la Slovacchia per il reverse-flow di gas

kiska-poroshenko_(prezident.sk)

Il Presidente ucraino Peter Poroshenko era a Bratislava sabato 15 novembre per una riunione congiunta dei capi di Stato del Gruppo V4 (Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria) insieme a Germania e Ucraina. La riunione ha inteso celebrare il 25° anniversario del ritorno della democrazia nel 1989 in questa parte di Europa.

Il Presidente slovacco Andrej Kiska, dopo l’incontro con il collega ucraino ha detto che «la Slovacchia dovrebbe cercare di fare in modo che l’Unione europea mostri solidarietà all’Ucraina nei confronti della Russia e parli in modo chiaro e con una sola voce». Kiska ha detto che l’Ucraina deve affrontare due compiti difficili – il conflitto militare ancora esistente nella parte orientale del paese e la formazione di un nuovo governo che dovrà al più presto mettere mano a gravi e importanti riforme. A questo proposito ha offerto all’Ucraina, una offerta condivisa anche dal Premier Fico, l’esperienza fatta dalla Slovacchia oltre dieci anni fa per il processo di integrazione nell’Unione europea.

Dopo Kiska, Poroshenko ha ha incontrato Robert Fico. Poroshenko ha elogiato la decisione della Slovacchia di garantire il flusso inverso del gas verso l’Ucraina, e Fico in conferenza stampa ha ricordato come l’Ucraina abbia già adottato diverse decisioni di rilievo che interessano la situazione relativa al gas, come il pagamento di parte del debito verso il fornitore Gazprom, e un accordo sui prezzi delle forniture per un certo periodo. Per il momento non ci sono indicazioni, ha detto il Premier, che le forniture di gas in Slovacchia possano essere messe in pericolo. Ma noi siamo preparati anche in questa evenienza, ha detto, spiegando che la Slovacchia ha i depositi di gas pieni ed è ormai pronto il collegamento dei gasdotti slovacco e ungherese.

Fico ha assicurato Poroshenko sulla disponibilità della Slovacchia di fornire all’Ucraina la sua esperienza del processo di integrazione europea quando aderì all’Unione nel 2004. Vogliamo offrire ai nostri vicini orientali, ha detto, la possibilità di imparare dai nostri errori. Fico ha poi proposto all’Ucraina una seduta comune dei due governi non appena Kiev avrà formato il nuovo gabinetto in seguito alle recenti elezioni politiche, magari in una zona vicina al confine, allo scopo di intensificare i rapporti tra i due paesi.

(Red)

Foto prezident.sk

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google