Lajcak critico sul comportamento dell’UE verso la crisi in Ucraina

lajcak-lavrov_Mosca_(foto_MFARussianFederation)

Secondo il Ministro degli Affari esteri ed Europei slovacco Miroslav Lajcak, l’Unione europea avrebbe potuto fare di più per rispondere in maniera adeguata alla situazione in continua evoluzione in Ucraina. Perché «non è sufficiente puntare il dito contro la Russia; abbiamo bisogno di parlare di quello che abbiamo fatto di sbagliato», ha detto Lajcak in un’intervista all’agenzia Tasr. Quello che « per la Russia era un processo politico, è stato per noi soltanto un esercizio burocratico». Il risultato, secondo il ministro, è che l’Europa non è riuscita a incassare risultati politici dalla situazione e non ha risposto in modo adeguato.

Il fatto è, ha rimarcato, che l’Unione europea non ha interpretato «alcuni segnali che venivano da Mosca» sul pericolo percepito riguardo all’avvicinamento all’UE dei Paesi del Partenariato orientale. L’Europa non ha previsto che gli Accordi di associazione potevano essere visti come una minaccia dalla Federazione Russa. Le relazioni con Mosca, che oggi sono ai livelli più bassi dalla fine della guerra fredda, dovrebbero essere prioritarie per la nuova Commissione europea, con l’obiettivo di ridefinire i legami tra UE e Russia. La Russia è troppo grande per essere ignorata. «È un attore globale, e membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Ha a che fare con tutta una serie di questioni internazionali, come l’Afghanistan, il terrorismo, l’Iran, e il disarmo. Questo non può essere ignorato», ha sottolineato Lajcak.

(Fonte Tasr)

Foto: Lajcak e il ministro russo Lavrov, MFA RussianFederation

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google