Gli hotel a Bratislava hanno un magro tasso di occupazione

I tassi di occupazione negli hotel di Bratislava sono scesi al 45%, dal 60% nel 2008, secondo i consulenti di STR Global. Il prezzo medio per camera è sceso da oltre 100 euro nel 2008 agli attuali 75 euro. Il calo è stato in Slovacchia più rapido che in altri Stati del V4 (Gruppo di Visegrad – Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria). Il tasso di occupazione è sceso di circa cinque punti a Vienna, Varsavia e Praga, e di dieci punti a Budapest. Il presidente della Associazione degli Hotel di Bratislava, Michaela Grancicova, ha detto che l’occupazione è scesa ulteriormente, al 35%, nel primo semestre di quest’anno. Lei pensa che, a parte la crisi economica, anche l’eccesso di offerta, soprattutto nel segmento del lusso, sia fattore responsabile del crollo.

Nonostante questo, nuovi alberghi vegono inaugurati continuamente. L’anno scorso sono stati aperti due nuovi hotel di lusso, Sheraton e Kempinski, per esempio, e in totale circa 2.000 sono le nuove camere d’albergo che vanno aggiunte al conto a Bratislava nel periodo 2009-11. Molti progetti di nuovi hotel sono stati fermati, però, e molti altri sono ancora in vendita.

(Fonte Trend)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.