Mostra a Roma: Un dialogo mai avvenuto. Il caso di Ján e Marián Mudroch

mudroch

È stata inaugurata il 25 settembre scorso presso l’Ambasciata della Repubblica Slovacca in Italia la mostra “Ján Mudroch & Marián Mudroch – Un dialogo mai avvenuto”, curata dalla dr. ssa Katarína Bajcurová della Galleria Nazionale Slovacca (SNG).

Leggiamo dal testo critico: «La  mostra  propone  le  opere  di  due  importanti  personalità dell’arte  slovacca  moderna  e  contemporanea, Ján  Mudroch (1909 – 1968) e Marián Mudroch (1945), che nel corso della non ebbero la possibilità di incontrarsi artisticamente: il padre morì quando il figlio ancora svolgeva i suoi studi. Il progetto della mostra è dunque costruito su un loro dialogo virtuale, mettendo in luce la specificità del loro pensiero e del loro talento e individuando gli interrogativi condivisi, anche se a distanza di tempo, sul senso della creatività e dell’arte. Ján Mudroch, uno dei coloristi più espressivi del modernismo slovacco, appartenne alle figure di spicco dell’arte di tendenza antifascista e negli anni  ‘40  del  XX°  secolo  divenne la  guida del movimento surrealista. I suoi dipinti si distinguono per il lavoro con la luce e i colori, è un cultore della materia pittorica  e dell´estetica del „non-finito“ che evoca l´impressione dell´incompletezza del quadro. I motivi simbolici determinano la poetica dell´opera con posizioni antibelliche occulte.  Mentre per la descrizione dello stile artistico del padre si utilizzavano gli aggettivi: passionale, riflessivo, esplosivo oppure emozionale, per il figlio era esattamente il contrario. Il pensiero artistico di Marián Mudroch è stato influenzato da un artista di fama internazionale, l’artista vetraio Václav Cigler, presso il quale ha svolto i suoi studi. Negli anni ‘70 ha abbracciato le strategie concettuali, il processo di dematerializzazione dell’arte. Le sue opere sono fino ad oggi caratterizzate da una sobrietà ascetica e da una silenziosa meditazione, Marián Mudroch viene spesso descritto essenzialmente come un intellettuale ed esteta che riflette a lungo e profondamente sulla propria opera (influenzato anche dalle culture orientali, dalla scienza e dalla filosofia). Ciononostante, nelle loro produzioni artistiche si trovano punti di contatto. Innanzitutto il rapporto con il disegno e quello con il progetto e l’obiettivo della creazione artistica.  E  come  ama  sottolineare  Marián  Mudroch  in  riferimento alle proprie opere e a quelle di suo padre: entrambi sono stati sempre alla ricerca „di un codice del trascendente“…»

Cosa: Mostra „UN DIALOGO MAI AVVENUTO“ Ján Mudroch + Marián Mudroch
Dove: Istituto Slovacco / Ambasciata, Via Colli della Farnesina 144, Roma
Mostra aperta fino al 14 novembre 2014
Curatore: PhDr. Katarína Bajcurová, CSc.
Organizzazione: Istituto Slovacco a Roma, Ambasciata della Repubblica Slovacca in Italia, Galleria Nazionale Slovacca
Ingresso libero

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google