SkyToll pubblica le cifre di sette mesi del pedaggio elettronico Myto

I pedaggi riscossi dagli autocarri di peso superiore a 3,5 tonnellate sulle autostrade ammontano nei primi sette mesi del 2010 a 76,5 milioni di euro, dei quali 32,75 milioni provenienti da trasportatori stranieri, secondo i dati diffusi ieri dal gestore del servizio di pedaggio elettonico SkyToll. Un totale di 188.161 veicoli erano registrati nel sistema alla fine di Luglio. La cifra più alta incassata dal sistema in un solo giorno ammonta a oltre 600 mila euro, registrata il 6 Luglio.

Il popolare tratto dell’autostrada D2 che collega Brodske (regione di Trnava) e Cunovo (regione di Bratislava), utilizzato principalmente da trasportatori provenienti da Repubblica Ceca e Ungheria, ha rappresentato circa il 75% della raccolta totale. La maggior parte dei camion oltre le 12 tonnellate, circa 100 mila, sono di proprietà di vettori stranieri, e tra questi oltre 30 mila appartengo ad aziende polacche.

Secondo un rapporto pubblicato da un organo indipendente di esperti, che  ha analizzato i singoli parametri del contratto firmato lo scorso anno tra la Sociatà delle Autostrade Nazionali (NDS) e SkyToll, sono stati raccolti solo il 98,81% dei pedaggi dovuti. Mentre il valore minimo previsto dal contratto è del 98,91%.

NDS, ancora senza presidente da quando il Ministro dei Trasporti Jan Figel (KDH) a metà Luglio ha licenziato Igor Choma, che ora siede in Parlamento essendo stato eletto con Smer alle elezioni del 12 Giugno, ha affernato che chiederà uno sconto sui servizi, come da suo diritto in base al contratto, anche se «La cifra non rappresenta una grave violazione del contratto da parte di SkyToll».

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.