Ok del Parlamento slovacco al Manifesto del nuovo Governo

Il nuovo Governo di centro-destra slovacco ha visto ieri approvato il Manifesto del Governo, con un voto parlamentare che equivale alla fiducia, ricevendo il mandato per l’inasprimento della politica fiscale e combattere la corruzione.

Il Governo del primo Premier donna in Slovacchia, Iveta Radicova, ha ricevuto 79 voti sui 145 deputati presenti, ovvero ha fatto l’en plein dei 79 seggi della maggioranza come previsto, mentre i sessantasei deputati dell’opposizione presenti hanno votato contro. Gli ultimi 26 deputati iscritti per fare interventi in Aula hanno rinunciato per accelerare il processo, dato che era ormai chiaro che la discussione non avrebbe portato ad un risultato diverso.

«Taglieremo il deficit delle finanze pubbliche sotto al 3% del PIL entro il 2013 per arrestare l’aumento del debito della Slovacchia, abbiamo un programma di risparmio per centinaia di milioni di euro», ha detto la Radicova in Parlamento prima del voto, e dopo un dibattito maratona di sei giorni. Il membro più povero – e ultimo arrivato – della zona euro si è impegnato a ridurre il deficit di 2,5 punti percentuali l’anno prossimo, da un 7-8% del PIL previsto nel 2010.

Il Ministro delle Finanze Ivan Miklos, che già diresse le riforme di vasta portata per l’adesione del Paese alla zona euro dal 2002 al 2006, ha detto che avrebbe consegnato un piano dettagliato di bilancio entro la fine di Agosto. Sulla base del programma, il Governo vuole raggiungere il pareggio di bilancio nel medio termine, vuole riformare la legge costituzionale sulla responsabilità fiscale, introdurre protezioni relative alla spesa pubblica e semplificare il sistema fiscale.

Ridurre il deficit è diventato un tema comune dei Governi della zona euro, con manovre di tagli di bilancio per prevenire possibili crisi del debito in stile greco. «È difficile valutare il progetto del Governo per mancanza di dettagli sul piano di risanamento. Sarei lieto se il Governo si concentrasse sul lato della spesa», ha detto l’analista di ING Bank Eduard Hagara. Miklos ha detto in Luglio che circa due terzi dei risparmi dovrebbero venire da minori spese.

L’Esecutivo della Radicova si è impegnato a preservare il sistema flat tax con l’aliquota unica del 19%, introdotta sei anni fa in un pacchetto di riforme che hanno contribuito a rendere la Slovacchia il membro con la maggior crescita nell’Unione Europea nel 2007.

La corruzione è un onere per le imprese in tutta l’Europa centrale dopo la caduta della cortina di ferro del 1989, e il Governo l’ha dichiarata un nemico dello Stato. «Un Governo responsabile deve affrontare la corruzione, e questo è ciò che il mio Governo intende fare», ha detto la Radicova. Il Governo vuole migliorare il clima economico, dare un giro di vite contro la corruzione e incentivare l’applicazione della legge, tutti argomenti che stanno a cuore agli investitori.

(Pierluigi Solieri)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google