Parlamento slovacco passa accordo UE con Ucraina: nel documento sulla crisi non cita la Russia

parlamento

La discussione sulla situazione in Ucraina che si è tenuta al Parlamento slovacco ha portato a una risoluzione finale che non prende posizioni aperte nei confronti della Russia. Il partito di governo Smer-SD ha rifiutato di inserire un invito chiaro alla Russia a fermare l’aggressione contro l’Ucraina. Nel testo alcuni parlamentari dell’opposizione, tra cui il capo della Commissione Esteri Fratisek Sebej (Most-Hid), avevano chiesto di inserire una frase con la quale “il Parlamento slovacco fa appello specificamente alla Russia di non interferire negli affari interni dell’Ucraina, non fornire assistenza militare ai ribelli separatisti, rispettare l’indipendenza, la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina e utilizzare tutte la sua influenza per ottenere una de-escalation del conflitto”.

Questa dichiarazione era presente nella risoluzione redatta dal Ministero degli Affari Esteri, ma le commissioni parlamentari che hanno trattato la faccenda l’hanno bocciata.

La risoluzione finale approvata in aula mercoledì afferma che “il Parlamento slovacco sostiene tutti gli sforzi della comunità internazionale che mirano a raggiungere una soluzione pacifica del conflitto nel sud-est dell’Ucraina”. Il parlamento slovacco esprime inoltre la sua convinzione che “sulla strada per raggiungere una soluzione pacifica duratura del conflitto, un compromesso reciprocamente accettabile deve essere ricercata tra il governo dell’Ucraina e rappresentanti dei ribelli nelle regioni di Donetsk e Luhansk”.

Nel frattempo, il Parlamento slovacco ha approvato con una schiacciante maggioranza l’Accordo di associazione UE con l’Ucraina che prevede di portare l’Ucraina più vicina agli standard europei e dare al paese l’accesso ai fondi della Banca europea per gli investimenti (BEI) e formare una zona di libero scambio reciproci. Il che porterebbe ad aumenti delle esportazioni dell’Ucraina, soprattutto di tessuti, cibo e acciaio, con un valore aggiunto di oltre 1 miliardo di euro all’anno.

(Fonte Rsi/Rtvs)

Foto nrsr.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.