Parlamento: no a proposta KDH per l’esclusività della carica parlamentare

parlamento (fotonrsr-sk)

Una serie di proposte di modifica alla legge elettorale elaborate dal Movimento Cristiano-Democratico (KDH) sono state respinte dal Parlamento giovedì. Gli emendamenti intendevano ad esempio impedire ai parlamentari di avere contemporaneamente altre cariche elettive stipendiate quali sindaco o governatore regionale, e ridurre le elezioni per la carica di sindaco a un turno secco, anziché in due turni come succede ora, un cambiamento che avrebbe portato a risparmi consistenti. Un altro emendamento voleva impedire ai parlamentari di svolgere anche attività privata nel campo del diritto, come avvocati o altro.

Sono diversi i deputati che ricoprono altre cariche a livello comunale e regionale, molti da consiglieri ma un nutrito drappello è anche titolare di un comune – grande o piccolo – e sono parlamentari praticamente tutti i governatori regionali, tranne quello di Banska Bystrica, Marian Kotleba, che non ha dietro di sé un partito che possa ottenere – per il momento – il 5% dei voti necessario per essere ammesso in Parlamento.

Le proposte sono state respinte nel corso di una sessione parlamentare straordinaria avviata dalla opposizione che ha visto discutere diversi provvedimenti dell’opposizione scartati dall’agenda parlamentare da parte del partito di governo Smer-SD due settimane fa.

Smer ha tolto una decina di mozioni dall’agenda parlamentare sostenendo che si tratta di una campagna dell’opposizione in vista delle elezioni comunali previste per il 15 novembre. Se anche venissero approvate, le proposte si sarebbero comunque applicate soltanto dall’anno prossimo. Solo mercoledì il Parlamento ha deciso di tenere una sessione speciale per discutere di queste proposte.

Se anche le proposte di KDH non sono passate, la posizione del Primo ministro e leder di Smer-SD Robert Fico è tuttavia indirizzata a ridurre gli stipendi “supplementari” per i deputati che sono anche sindaci, governatori e consiglieri a livello locale. Fico crede che per queste funzioni i titolari dovrebbero prendere soltanto un salario minimo anziché uno stipendio pieno, e ha proposito un tale cambiamento da emanarsi dopo le elezioni parlamentari del 2016.

Il quotidiano Sme, che riporta questa notizia nell’edizione di oggi, fa l’esempio del deputato Peter Fitz di Smer-SD, che oltre ad avere un seggio al Parlamento nazionale è anche sindaco del villaggio di Šenkvice (nella Regione di Bratislava) e membro del Consiglio comunale di Bratislava. Ora, scrive Sme, Fitz guadagna circa 6000 euro al mese. Con le nuove regole le sue entrate sarebbero tagliate di un terzo.

L’opposizione reclama l’idea come una versione ammorbidita e più “cerchiobottista” delle proposte fatte da KDH, che proprio Smer ha cancellato, e accusa il Premier di ipocrisia e di usare questo tema per fare campagna elettorale per il suo partito in vista delle comunali di quest’autunno.

(Red)

Foto nrsr.sk

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google