Afghanistan, chiude la missione militare della Slovacchia

afghanistan-eserc_(foto mosr.gov.sk)

I soldati slovacchi hanno completato il loro impegno nell’ambito della missione ISAF in Afghanistan. Lunedì 22 settembre è stata ammainata la bandiera che aveva sventolato per anni sul campo slovacco presso la base aerea di Kandahar. Con questo atto simbolico, compiuto nel giorno che in Slovacchia è dedicato alle Forze armate, si è chiusa ufficialmente la missione dell’unità operativa slovacca nel paese asiatico.

Hanno prestato servizio in Afghanistan 22 avvicendamenti di soldati slovacchi. Il Ministro della Difesa Martin Glvac ha ricordato e lodato il «lavoro enorme» fatto da tutti i soldati slovacchi in questo paese, rappresentando «la nostra piccola Slovacchia» al più alto livello. Ringraziandoli, il ministro ha aggiunto che «dalla nostra memoria non sarà cancellata la memoria dei soldati che in Afghanistan hanno perso la vita». Il comandante del contingente slovacco, colonnello Zoltan Ibos, ha sottolineato l’orgoglio suo e della nazione per la considerazione dimostrata per il lavoro delle unità slovacche espressa in più occasioni dagli altri partner della coalizione internazionale che sotto la bandiera Nato hanno composto le truppe della missione ISAF in questi anni.

(Fonte Ministero Difesa mosr.gov.sk)

Foto Min.Difesa facebook/mosr

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.