Roma: Convegno sull’Ostpolitik del Vaticano, con interventi di studiosi dell’ex Europa dell’Est

casaroli-a-mosca_(foto_fatimacrusader.com)

La cosiddetta “Ostpolitik” della Santa Sede appartiene a uno dei temi più dibattuti della storiografia contemporanea: era un modus non moriendi che non lasciava alternative o è stato un errore che ha permesso ai regimi totalitari di accreditarsi in ambito internazionale?

Il 26 settembre 2014, in occasione del 50° anniversario dell’accordo parziale tra l’Ungheria e la Santa Sede – che fu firmato il 15 settembre 1964, il primo di una serie di accordi tra il Vaticano e i regimi comunisti dell’Est – l’Accademia d’Ungheria in Roma in collaborazione con l’Istituto Pontificio Ungherese in Urbe, con l’Università Europea di Roma e con la Facoltà di Teologia dell’Università Comenius di Bratislava organizza un convegno internazionale che esaminerà la politica della Santa Sede nei riguardi dell’Europa centro-orientale sotto il pontificato di Pio XII, Giovanni XXIII e Paolo VI.

I 14 relatori provenienti da ben 9 paesi che parleranno al convegno internazionale dal titolo «Pastoral Responsibility and/or Evangelical Witness. The Vatican “Ostpolitik” during Pius XII, John XXIII and Paul VI: Historiographical Status quo and New Perspectives» si propongono di aprire nuovi orizzonti di ricerca. Partendo dallo status quo storiografico, essi offriranno un’analisi critica e comparativa delle fonti prodotte dai vari organi statali e dei partiti comunisti, di documenti diplomatici internazionali e fonti d’archivio ecclesiastiche già accessibili, completata da approcci nuovi contribuendo a capire meglio il pensiero, le posizioni e il comportamento degli attori storici coinvolti nell’Ostpolitik vaticana. Il convegno sarà aperto dalla prolusione di S. E. Mons. Dominique Mamberti, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato Vaticano.

Alla vigilia del convegno, ospitato nella sede dell’Accademia d’Ungheria in Roma, il Palazzo Falconieri, alle ore 19.30 di oggi 25 settembre, verrà proiettata la copia lavoro del film documentario di Gilberto Martinelli Il portone di piombo sulla figura del primate d’Ungheria, il cardinale József.

Il convegno si terrà in italiano e inglese presso l’Accademia d’Ungheria – Palazzo Falconieri, Via Giulia 1, Roma il 26 settembre dalle 9:00 alle 19:00. Vedrà tra gli altri l’intervento della prof.ssa Emilia Hrabovec, storica della chiesa, membro del Pontificio Comitato di Scienze Storiche e vice decano dell’Università Comenius di Bratislava, che è tra gli organizzatori scientifici dell’incontro. Hrabovec terrà una dissertazione su “L’Ostpolitik vaticana e la Cecoslovacchia – aspetti nazionali delle trattative politico-ecclesiastiche”.

A questa pagina il programma.

(La Redazione, Fonte aisseco.org)

Per maggiori info leggere: “Vaticano, la «Ostpolitik»: pregi e limiti di una azione diplomatica” (LaStampa.it)

Foto: il Card. Casaroli a Mosca, URSS (fonte)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google