Lo Zoo di Bojnice brucia corni di rinoceronte per protestare contro il bracconaggio

rinocer-animal_(ronporter-412667)

Sei corni di rinoceronte sono stati simbolicamente bruciati allo Zoo di Bojnice (località nella regione di Trencin), con l’obiettivo di richiamare l’attenzione dei media e della gente sul problema mondiale del bracconaggio e del commercio di corna di rinoceronte. A guardia dell’operazione erano funzionari armati delle dogane slovacche, che hanno fornito per l’azione dimostrativa i corni, confiscati due anni fa a turisti cechi che tentarono di importarli attraverso la Slovacchia.

Bruciando sei corna, ufficio doganale di Bratislava e il Ministero dell’Ambiente hanno aderito altri paesi in tutto il mondo per commemorare così la Giornata Mondiale Rhinoceros il Lunedi (22 settembre).

Il rinoceronte è specie protetta e in pericolo di estinzione, e il commercio dei suoi corni è illegale. Sul mercato nero, tuttavia, i corni sono trattati, a prezzi che possono raggiungere i 60.000 dollari al chilogrammo. Gli otto corni confiscati ai cechi (solo sei sono stati bruciati) avrebbero avuto un valore complessivo di circa 1.350.000 euro. In diversi paesi orientali è credenza popolare che la polvere del corno di rinoceronte aumenti la potenza sessuale maschile o è una potenziale cura contro il cancro e l’acne. Convinzioni non supportate dalla ricerca scientifica.

(Red)

Foto Ron Porter

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google