RS_I mille giorni di Renzi | Governo, sfida su art.18 e giudici | Cardinali, no sconti ai divorziati | Alla fame 850 milioni di persone

rsrs

Le prime pagine dei quotidiani di oggi, mercoledì 17 settembre 2014

I mille giorni di Renzi per rimettere in pista l’Italia, un traguardo entro il quale il premier promette di riuscire nell’intento di realizzare tutte le riforme in programma. E’ questa la notizia del giorno, scelta come apertura di tutti i principali quotidiani italiani, con pochissime eccezioni.

Il Corriere Della Sera titola: “Lavoro e giudici, sfida di Renzi” ricordando anche il caos di queste ultime ore sulla Consulta, che continua a votare a vuoto dopo giorni di fumate nere. Titolo simile per La Repubblica: “Renzi, via l’articolo 18 per decreto. Caos Consulta, altra fumata nera, mentre trova spazio in prima pagina anche l’omicidio-suicidio di ieri a Milano.

Il Fatto Quotidiano sceglie un’altra strada per dare la notizia del giorno e accosta il premier Renzi ad altri due volti noti della politica italiana: Renzi minaccia le urne e attacca i giudici come Craxi e B..

Titoli simili anche per Il Mattino e Il Messaggero, col primo che dà spazio anche alle ultime novità sull’omicidio di Ciro Esposito e il secondo che aggiorna i lettori sulla delicata situazione in Siria e Iraq.

Libero attacca come al solito. Oggi il titolo d’apertura è: “Il programma dei mille giorni. Renzi La Qualunque”, mentre l’occhiello recita: “Battute, giochi di parole, anche analisi di buonsenso, ma ancora una volta dietro le chiacchiere non si vede nulla di concreto”.

La Padania dà il meglio di sé dedicando l’intera prima pagina al referendum per l’indipendenza della Scozia e a quello, nelle prossime settimane, per la Catalogna. Il senso è chiaro: toccherà anche a Veneto e Lombardia? Il quotidiano comincia ad anticiparlo, spiegando che “è l’Europa dei Popoli che conta, non quella dell’euro”.

Rassegna quotidiana dai giornali italiani. Dai siti Blogo News e Giornali24.it.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.