15 settembre 2014, 450° anniversario della Madonna Addolorata di Šaštín

Basilica di Sastin (foto_korom@flickr)

Si celebra oggi 15 settembre in Slovacchia, solennità nazionale, la festa della Madonna dei Sette Dolori (Mater Dolorosa, in Italia citata come Madonna Addolorata), che è patrona della Slovacchia. Oggi è anche il culmine dell’Anno mariano dedicato alla patrona dalla Chiesa cattolica, durante il quale sono stati organizzati da tutto il Paese numerosi pellegrinaggi al Santuario nazionale di Šaštín, nella Slovacchia occidentale, che culminano oggi con una grande celebrazione (Missa Pontificalis) alle ore 10:30 presieduta dal Cardinale Jozef Tomko presso la Basilica a lei dedicata in località Šaštín-Stráže (Bazilika Sedembolestnej Panny Márie).

L’Anno mariano vuole celebrare in particolare il 450° anniversario della statua miracolosa – una pietà lignea di ignoto autore danubiano che da sempre suscita grande devozione popolare – documentata a partire dal 1564, che si trova sull’altar maggiore basilicale. Si festeggia altresì quest’anno anche il 50° anniversario della proclamazione del tempio quale Basilica minor, decretata da Papa Paolo VI nel 1964 (in occasione dei 400 anni della statua della madonna).

La grande chiesa barocca di Šaštín (lunga 62 metri, alta 26 e larga 23) è stata la prima ad ottenere il titolo di basilica delle nove esistenti in Slovacchia. La sua origine risale al 1736, quando se ne iniziò la costruzione in località Šaštín-Stráže, non lontano dal confine con la Repubblica Ceca, secondo un progetto del sacerdote paolino Matej Vepi, e fu completata nel 1744. Alla consacrazione dell’edificio religioso, affiancato da un monastero, erano presenti tra gli altri Maria Teresa d’Austria e l’imperatore Francesco I di Lotaringia.

Madonna dei Sette Dolori, Basilica di Sastin (foto_pagina facebbok)

La statua della Vergine Maria dei Sette Dolori ottenne il permesso al culto dall’Arcivescovo Esterhazy nel 1732, e venne apposta sull’altare maggiore in marmo rosso della nuova chiesa. Papa Giovanni Paolo II visitò la basilica, e vi celebrò una Messa, nel corso della sua visita apostolica in Slovacchia del 1995. Oggi il complesso è gestito dall’Ordine di Francesco di Sales (i Salesiani, che proprio quest’anno celebrano i 90 anni dal loro arrivo sul territorio della Slovacchia, con i primi due sacerdoti slovacchi salesiani che l‘8 settembre 1924 presero in gestione la canonica e il Santuario di Šaštín).

La basilica è il primo santuario religioso del Paese, ed è visitata ogni anno da decine di migliaia di persone, in particolare in occasione della Festa della Madonna Addolorata del 15 settembre, data della proclamazione della Vergine Maria quale Patrona della Slovacchia, espressa dalla Santa Sede nel 1927 e celebrata dai cattolici slovacchi a partire dal 1966. È Festa nazionale dal 1994.

Maggiori informazioni: www.bazilika.sk.

sastin-zvolensky_(bazilika.sk)

sastin_(Jan-Hladik,QEP@bazilika.sk)

Nota – I sette dolori sono: la profezia di Simeone che una spada di dolore avrebbe trafitto il cuore di Maria (Lc 2:25-38); la fuga in Egitto di Maria e Giuseppe con Gesù per evitare le intenzioni omicide di re Erode (Mt 2:13-18): la ricerca di Gesù da parte dei genitori a Gerusalemme (Lc 2:41-52); l’incontro di Maria con Gesù verso il Golgota; e l’essere stata testimone della sua crocifissione (Gv 19:16-30); il corpo di Gesù messo tra le braccia di sua madre (raffigurato dalla statua); e la sepoltura di suo figlio (Lc 23:50-55).

(P.S.)

Foto korom@flickr (sotto al titolo) e www.bazilika.sk (le altre)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google