SPP: arrivo del gas russo in flessione del 10%. Ma consegne regolari a clienti privati e imprese

gas-

Ieri l’utility del gas slovacca SPP ha registrato un calo del 10% del volume delle forniture di gas in Slovacchia provenienti da Oriente. La flessione in realtà, ha detto il portavoce ai media, non ha alcun impatto sulle forniture alle famiglie e all’industria, che proseguono come sempre per tutti i clienti di SPP.

È stato detto nei giorni scorsi che gli stock sotterranei di gas delle tre società slovacche Nafta, Pozagas e SPP Storage contenevano al 15 agosto circa 3,5 miliardi di metri cubi di gas, una quantità pari al 94% della capacità massima dei depositi.

Anche Polonia e Germania hanno registrato un calo delle forniture dalla Russia ieri, secondo Pravda del 20%. Il gigante russo del gas Gazprom, che controlla tutto il mercato del gas verso Occidente, non ha spiegato le ragioni di tale riduzione. Secondo altre fonti, la Polonia avrebbe ricevuto un quarto di gas in meno del normale (il 24%), cosa confermata in tale entità dalla compagnia di trasmissione del gasdotto ucraino. Varsavia ha dunque a sua volta dovuto ridurre le sue consegne all’Ucraina, che non riceve più gas direttamente da Mosca dopo la controversia per diversi miliardi di euro di consegne non pagate.

(La Redazione)

foto SPP

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.