La nuova Commissione UE ai nastri di partenza. A Sefcovic i trasporti

maros-sevcovic (fonte_ec.europa.eu)

Il prossimo presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha pubblicato oggi la lista della sua squadra di 28 commissari, uno per ognuno degli Stati membri. Tra i ruoli chiave, l’ex Ministro delle Finanze francese Pierre Moscovici sarà Commissario per gli Affari economici e monetari, e l’inglese Brit Jonathan Hill avrà il controllo della Stabilità finanziaria, i servizi finanziari e il mercato dell’Unione.

Al rappresentante della Commissione indicato dalla Slovacchia, Maroš Šefčovič, è stata assegnata la responsabilità dei Trasporti, insieme a Mobilità e Politica spaziale, dopo che negli ultimi cinque anni queste due agende rientravano sotto al Commissario per l’Industria e le imprese.

Tra gli altri incarichi, all’Economia va la danese ex ministro Margrethe Vestager e l’ex Premier slovena Alice Bratušek sarà responsabile della Politica energetica. Il tedesco Günther Oettinger passa dall’Energia all’Agenda digitale, Media e Telecomunicazioni. La ceca Vera Jourová sarà Commissario responsabile per Giustizia, Politica dei consumatori e Uguaglianza di genere.

La nuova collocazione di Šefčovič è una sorpresa per la Slovacchia, ha scritto Tasr. I media avevano ipotizzato per l’economista slovacco o lo Sviluppo o la Politica europea di vicinato e l’Allargamento dell’UE. Il dipartimento dei Trasporti è considerato un ruolo importante nella Commissione, ricorda Tasr, con stanziamenti per 40 miliardi di euro nel nuovo periodo di programmazione 2014-2020. Del resto, lo sviluppo e la modernizzazione delle infrastrutture di trasporto è una delle principali priorità dell’UE e comprende diversi progetti sovranazionali, tra cui il programma di collegamento Connecting Europe. La ristrutturazione della programmazioni della Commissione ha dato alla Slovacchia anche lo spazio, che comprende i programmi Galileo e Copernicus.

Šefčovič aveva detto prima delle elezioni europee di primavera che avrebbe gradito una poltrona in una delle roccaforti che a Bruxelles si occupano di economia. Adesso ha detto all’agenzia Sita di essere soddisfatto, dato che l’agenda dei trasporti è proprio il tipo di posizione a cui era interessato. Secondo lui, che nel mandato scorso ha seguito le Relazioni interistituzionali e l’amministrazione, oltre ai desiderata espressi tempo fa, ha contato per arrivare alla nomina anche il buon rapporto instaurato con Juncker.

Malgrado i sospetti di alcuni giorni fa, con i giornali che immaginavano una “retrocessione” della Slovacchia, anche il Commissario ai Trasporti ha il ruolo di vice presidente, assieme ad appena altri cinque colleghi.

(La Redazione)

foto: ec.europa.eu

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google