CEZ: acquisto Slovenské Elektrarne potrebbe non piacere a Bruxelles

mochovce_(fonte_seas.sk)

La potenziale vendita del 66% delle azioni della società elettrica slovacca Slovenské Elektrarne (SE)​​, che il gruppo Enel avrebbe intenzione di cedere entro la fine di quest’anno, potrebbe non ottenere l’approvazione di Bruxelles se il compratore fosse la società energetica ceca CEZ. Il quotidiano Sme ha scritto alcuni giorni fa che CEZ, unica società ad avere annunciato pubblicamente il suo interesse all’acquisto, potrebbe ottenere una posizione dominante nella regione del centro-est Europa che le darebbe un potere di lobbying verso le autorità politiche, ad esempio, del Gruppo di Visegrad, mettendola in grado di influenzare le politiche energetiche dei quattro paesi membri e anche oltre.

Il quotidiano ricorda che CEZ già gestisce i principali impianti nucleari e le centrali termiche nella Repubblica Ceca, e ha diverse acquisizioni nei Balcani, in Turchia, in Ungheria e in Polonia. Con l’entrata in forze in Slovacchia, CEZ avrebbe in mano anche le due centrali nucleari slovacche, oltre all’eventuale progetto di una nuova centrale nel sito di Bohunice da realizzarsi nei prossimi anni.

Enel a suo tempo ottenne l’autorizzazione della Commissione europea proprio perché il gruppo italiano non era attivo nella produzione elettrica in nessun’altra azienda in Europa centrale e orientale.

(Red)

Foto Slovenske Elektrarne – www.seas.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.