Governo: cianurazione dell’oro a Detva e Kremnica soltanto col consenso dei residenti

Detva-Emed, giacimento oro di Biely Vrch

La cianurazione dell’oro dovrebbe essere resa possibile in una determinata località in Slovacchia solo dopo aver ricevuto il consenso delle persone che vivono nella zona. Insomma, per poter effettuare l’estrazione del metallo giallo con questo metodo è necessario un referendum. Lo stabilisce un emendamento alla legge mineraria che è stato approvato dal governo il 27 agosto. La modifica di legge viene mentre ci sono piani di società estere di creare grandi cave per l’estrazione dell’oro a cielo aperto per mezzo della lisciviazione con cianuro nelle località di Kremnica e Detva (entrambe nella regione di Banská Bystrica). Autori della modifica legislativa sono parlamentari del partito di maggioranza assoluta Smer-SD, e primo firmatario è la vice presidente del Paramento Jana Lassakova. L’iniziativa sarebbe ispirata da numerose proteste di organizzazioni ambientaliste e da comitati civici contro l’estrazione.

L’emendamento cita la Costituzione slovacca dove indica che “tutti i cittadini hanno diritto a condizioni ambientali favorevoli e alla tutela della salute”.  Mentre la lisciviazione con cianuro, oltre alla creazione di discariche, depositi e stagni di liquidi contaminati, produce attività che “comportano una grave violazione del diritto ad un ambiente favorevole, con un certo potenziale di pericolo e danno per la salute della popolazione”, dice la proposta di legge secondo quanto ha scritto Tasr.

La cianurazione, o lisciviazione con cianuro è un procedimento chimico poco costoso per l’estrazione dell’oro (ma anche dell’argento) dalle rocce polverizzate che lo contengono in pagliuzze e fogliette minutissime; il minerale viene trattato con una soluzione di cianuro di sodio, di potassio e calce, per cui si forma una soluzione di cianuro complesso di oro e potassio, dalla quale l’oro viene fatto precipitare per aggiunta di zinco metallico. Essendo un procedimento “in umido”, produce fanghi e liquidi che vengono trattati in cosiddetti “letti di lisciviazione” e vasche di raccolta da cui si trae l’oro. Le vasche, se non ben isolate, oltre a produrre fumi, possono traboccare per una qualche ragione, o fuoriuscire infiltrando le locali acque potabili sotterranee e corsi d’acqua e laghi limitrofi con pericolo per flora, fauna e soprattutto per l’uomo.

(Red)

Immagine: Detva-Emed, giacimento oro di Biely Vrch

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google