RS_Sciopero polizia. Renzi: no ricatti | Tassi BCE, Draghi taglia ancora | Obama striglia l’Europa | Conte ok, Italia batte Olanda

rsrs

Le prime pagine di venerdì 5 settembre

Quotidiani di oggi monopolizzati dalla protesta senza precedenti delle Forze dell’ordine, che minacciano il primo sciopero generale della storia repubblicana per protestare contro il blocco degli stipendi. La notizia non fa passare in secondo piano però la mossa della Bce, con Draghi che ha deciso di tagliare i tassi.

Repubblica sceglie di aprire con questa notizia: “Draghi, una spinta per la ripresa. Riforme vere, poi la flessibilità”, mentre di spalla si parla del vertice Nato in Galles e della partecipazione di Obama alle discussioni su Iraq e Ucraina. Solo in taglio basso il titolo “Niente soldi, la rivolta di polizia e militari”. Approccio simile per La Stampa che titola “Draghi, mossa per la crescita”, mentre al centro una grande foto di Antonio Conte e il titolo dedicato alla vittoria dell’Italia sull’Olanda nel debutto del nuovo ct. È invece il Corriere della sera a mettere in primo piano la protesta delle forze dell’ordine, sia pure dal punto di vista del premier, “Polizia in sciopero, Renzi reagisce”.

Libero cavalca la notizia delle divise in fibrillazione per un titolo a effetto che richiama i poliziotteschi anni ’70: “La polizia si incazza”. A centro pagina, il titolo “Draghi sputa soldi, Renzi sputa balle”. Il Giornale apre invece con la politica estera, mettendo in guardia dal rischio di iniziare una guerra contro la Russia per seguire Obama: “Europa, fermati”.

Politica estera in apertura anche per il manifesto, con il debutto di Renzi nel vertice dell’Alleanza Atlantica e il titolo “Appena Nato”. Il Fatto Quotidiano titola invece “Tutti contro Renzi”, elencando le forze dell’ordine che minacciano lo sciopero per il blocco dei salari.

Rassegna quotidiana dai giornali italiani. Dai siti Blogo News e Giornali24.it.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.