Sardegna, il mistero della longevità

longevi-sardeg_(Cristiano-Cani-2456295659@Flickr)

La longevità in Sardegna è stata studiata in ogni suo aspetto. Ma risulta ancora essere un mistero nonostante in molti, tra studiosi e semplici appassionati, abbiano indagato le cause di questo interessante carattere della popolazione sarda.

Elisir di lunga vita? Chi lo sa. Finora l’ipotesi più plausibile sembra essere la coesistenza di elementi favorevoli ad un’esistenza duratura, senza distinzioni di sesso. In effetti, dalle statistiche, è evidente che l’anomalia sarda consiste in una parità di mortalità tra uomini e donne. Infatti, mentre altrove sono in genere le donne ad avere una vita più lunga, in Sardegna c’è quasi un’uguaglianza.

Certo è che quest’isola è più volte entrata nel Guinness dei primati con cittadini che hanno varcato la soglia dei cento anni. Da menzionare la famiglia di Perdasdefogu, certificata ufficialmente come la famiglia più longeva del mondo.

La Sardegna è la zona del mondo in cui la percentuale di persone che hanno superato il secolo è più alta. Ma nello specifico ci sono aree dell’isola dove tale percentuale, tra lo stupore di tutti, cresce ancora di più. Un esempio è la zona montagnosa centrale, dalla Barbagia all’Ogliastra.

Nel corso degli approfonditi studi, un gruppo di ricerca sulla longevità, conosciuto come “Akea” (acronimo di a kenta’annos), si è fatto strada. Nato presso l’Università di Cagliari, guidato dal professore Luca Deiana, è diventato una sorta di apri fila in questa vera e propria indagine.

Gli studi dell’”Akea” hanno sottolineato come la longevità sarda sia fortemente legata alla bassa mortalità maschile dopo gli 80 anni. Si pensi che la provincia di Nuoro è l’unica zona italiana in cui dopo gli 85 anni la mortalità maschile è più bassa di quella femminile.

Fin dal 1997, “Akea” mise in luce che tra i centenari italiani, la maggior parte risiede in Sardegna. Inoltre si è anche scoperto che nel 96 per cento dei casi i centenari appartengono a nuclei familiari in cui ci sono altri centenari. Ciò fa presupporre un’eredità genetica che aiuta a vivere più a lungo

È evidente che la longevità sia lontana dalle città. Si vive più a lungo nei centro sotto i tremila abitanti. Ma questo non è un dato di fatto solo in Sardegna. Una delle ipotesi studiate per scoprire i motivi della longevità sarda è particolarmente curiosa. Secondo alcuni studi infatti il segreto dell’elisir di lunga vita sarebbe da cercare in una malattia molto pericolosa. Si è scoperto che molti sardi ultracentenari hanno in comune la mancanza di un enzima, denominato G6PD (glucosio6fosfato deidrogenasi), il cui scopo principale è quello di favorire il metabolismo del glucosio. La carenza dello G6PD potrebbe portare all’anemia emolitica acuta, che si manifesta mangiando le fave o inalando il loro polline. In parole semplici, il famoso favismo. L’elemento curioso di tutta la faccenda e che pare che in Sardegna la malattia abbia assunto connotati benefici. Per capirci meglio, è come se il favismo interagisse con il corredo genetico sardo. Più nello specifico, tale gene G6PD aiuterebbe le cellule a combattere lo stress ossidativo, rallentandone il processo di invecchiamento. Presa per buona questa ipotesi, non bisogna dimenticare che l’elisir di lunga vita, ammesso che esista, deve essere accompagnato da uno stile di vita salutare. Una dieta sana ed equilibrata aiuta a scongiurare malattie e stress. Da non dimenticare l’esercizio fisico e l’allenamento della mente, che deve restare sempre fresca ed attiva. Nella ricetta della longevità va aggiunto anche il buon umore. Vivere a lungo sì, ma che si faccia con gioia. Una vita triste, monotona, dove il bicchiere appare sempre mezzo vuoto, è solo un fiume di problemi che portano stress. La vita va vissuta con serenità è questo il vero segreto.

(Valentina De Luca, it.OpinionPost.com)

Foto Cristiano Cani@Flickr

1 comment to Sardegna, il mistero della longevità

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google