Ucraina: arrestato slovacco che combatteva con i separatisti

ucraina-sloviansk_270614_(maksymenko-14374858087)

I militari ucraini avrebbero fermato per la prima volta un cittadino UE che combatteva tra le file dei separatisti filo-russi nell’est dell’Ucraina, come addetto al mortaio. Lo ha detto il consigliere Anton Gherashenko del Ministero dell’Interno di Kiev, precisando che si tratta di uno slovacco di origine serba residente nella città di Banska Bistrica.

L’uomo sarebbe arrivato in aereo a Kiev il 3 luglio, ed è stato catturato a Ilovaisk, vicino a Donetsk, dove sono in corso aspri combattimenti tra i miliziani filorussi e le truppe ucraine. L’uomo sarebbe poi stato trasportato a Mariupol, a un centinaio di chilometri di distanza, dove sarà interrogato. Gherashenko ha informato che il prigioniero sarà trattato secondo la legge, e non saranno permesse a chi lo detiene torture o percosse. Le autorità ucraine hanno assicurato di voler restare in contatto con l’ambasciata e il consolato della Slovacchia.

Pur avendo passaporto slovacco, l’uomo avrebbe combattuto insieme a dei serbi. Il Ministero degli Esteri slovacco ha detto con una nota ieri di essere in attesa di conferme ufficiali sulla cittadinanza slovacca dell’uomo detenuto. Il giornale Pravda ha scritto che i documenti trovati sul prigioniero indicano che il suo nome è Miroslav Rohac, residente a Banska Bystrica.

Il mistero si è infittito quanto è uscito allo scoperto un uomo con questo nome che vive a Banska Bystrica, ex militare, che ha ipotizzato di essere stato vittima di un furto di identità. L’uomo, scioccato per avere visto le sue foto dai social network pubblicate da alcuni media, ha però assicurato di avere con sé a casa il passaporto, del resto scaduto da due anni. «Non sono mai stato in Ucraina», ha detto però Rohac, che ha già consultato un avvocato per proteggere la sua reputazione e con il timore di perdere anche il lavoro per la inattesa e indesiderata pubblicità.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.