È una Ferrari l’auto più costosa al mondo

ferrari-250gto_(geralds_1311-9628472301)

Una scatola di lamiera, quattro ruote, e un motore. Sì ma che lamiera! E che motore! E soprattutto, che design! Il genio italiano ancora una volta alle vette del mondo per stile, intelligenza, caparbietà e inventiva. È ancora una volta Enzo Ferrari, a 26 anni dalla morte, a far parlare di sé appassionati di quattro ruote e non solo.

La sua 250 GTO, una delle automobili più belle di sempre, nata nei primi anni Sessanta per le piste Gran Turismo, ha stracciato tutti i record e vinto il premio più ambito: è l’auto di maggior valore al mondo battuta a un’asta di vetture classiche. L’esemplare numero 19 del modello 250 GTO, su 36 costruite da Ferrari nella sua fabbrica di Maranello, è stata acquistata il 14 agosto a un’asta in California per ben 38,115 milioni di dollari (che in euro fanno 28,5 milioni) da un acquirente rimasto sconosciuto.

L’auto, che porta il numero di telaio 3851 GT, e la targa originale MO 80576, uscì dalla fabbrica l’11 settembre del 1962 e fu guidata dal pilota francese Jo Schlesser al Tour de France Automobile del 1962. Originalmente in colore grigio metallizzato con tre strisce longitudinali di colore rosso, bianco e blu, quelli della bandiera francese, dopo alcuni altri passaggi di mano l’auto fu verniciata di rosso, il tipico Rosso Ferrari, e finì nelle mani di Fabrizio Violati, noto collezionista fondatore del Ferrari Club Italia e in seguito del Museo Maranello Rosso di San Marino, dove rimase per 45 anni. L’aveva comprata nel 1964 per due milioni e mezzo di lire (25.000 euro di oggi), aveva poi detto il proprietario in una intervista degli anni Novanta, salvandola a suo dire dalla demolizione, allo scopo di cannibalizzarne il motore. Di questo modello leggendario vennero infatti prodotti soltanto 36 esemplari, tra il 1962 e il 1964. Ha un motore di 3000 cm3. Malgrado le regole della FIA prevedevano una produzione minima di 100 esemplari per l’omologazione alle gare GT, Ferrari “imbrogliò” il sistema con numeri non sequenziali dei telai prodotti

Solo un’altra auto (un’altra Ferrari, del resto) è passata di mano a un prezzo superiore. Si tratta di un’altra 250 GTO, venduta lo scorso anno da un collezionista americano per ben 52 milioni di dollari (oltre 38 milioni di euro. La transazione avvenne però in una trattativa privata, non in un’asta pubblica come il caso odierno.

(La Redazione)

 

Foto Goeorg Sander@Flickr

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google