Giornata della Gioventù: giovani, promettenti e disoccupati

giovani-identita_(andresthor_3855814580@flickr)

La Giornata Internazionale della Gioventù, commemorata ogni 12 agosto dal 2000, si propone di stimolare la riflessione sulla condizione della gioventù mondiale. Guardando all’Europa, quello della disoccupazione rimane uno dei principali problemi ad affliggere i giovani- sono circa 5,2 milioni i disoccupati di meno di 25 anni nell’UE, 700.000 dei quali in Italia. Più di un milione di italiani tra i 15 e i 24 anni formano il gruppo dei cosiddetti “NEET” (Not in Education, Employment or Training), e si trovano attualmente esclusi dal mondo del lavoro, dell’istruzione o della formazione. La cifra quasi raddoppia considerando la fascia d’età dai 15 ai 29 anni.

 Dopo una netta diminuzione nel perido 2005-2007 nell’Ue, che ha portato la disoccupazione giovanile a raggiungere il valore del 15,1% all’inizio del 2008, la crisi economica ha colpito duramente i giovani, causando una continua crescita del tasso di disoccupazione, fino a raggiungere il 23,6% nel 2013. Il fenomeno colpisce i paesi europei in misura molto disomogenea, con una percentuale di giovani disoccupati che si limita al 7,8 in Germania e che raggiunge il 57,7 in Grecia,  il 54 in Spagna, il 48,7 in Croazia e il 43 in Italia.

Continua a leggere su Unimondo.org.

Foto andresthor@flickr licenza CC-BY-BY-NC-SA/Share alike

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.