Kiev: Maidan , la piazza non si schioda. È in arrivo un caldo, freddo autunno?

ucraina-kiev_prima-e-dopo_(2ilorg-12905011355)

La Maidan di Kiev è tornata a bruciare. Giovedì le autorità locali hanno tentato di sgomberarla, senza riuscirci. I pochi reduci dell’adunata che fu, ancora acquartierati sulla spianata, hanno appiccato il fuoco ai copertoni che si trovano sul suo perimetro. Ieri invece [venerdì 8 agosto – ndr] c’è stata un’esplosione – con due feriti a quanto pare – a ridosso della vicina Casa Ucraina. È uno degli edifici pubblici occupati al tempo della prote­sta contro l’ex presidente Viktor Yanukovich.

Scene come queste potrebbero ripetersi, con intensità e massa critica maggiori. Nei prossimi giorni, ma molto più probabilmente tra qualche mese, a partire dall’autunno, quando potrebbero saldarsi diversi fattori: stanchezza nei confronti dello sforzo bellico, crisi economica, intolleranza verso i soliti noti che stanno gestendo la partita a Kiev e scarsità di gas, se Mosca lascerà chiusi i rubinetti

Continua a leggere l’articolo di Matteo Tacconi su RassegnaEst.com.

Foto 2ilorg@Flickr – La piazza a Kiev, prima e dopo il Maidan

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google