Never Give Up: nel 2015 le riprese per il ritratto di Fellini di Matej Minac

fellini_(wikipedia_Library-of-Congress)

Il regista slovacco Matej Minac ha iniziato la fase di pre-produzione per Never Give Up, una commedia su un film documentario che non è mai stata fatto. Minac registrò nel 1989 un colloquio di due ore con Federico Fellini (25 “pizze” da 35 millimetri, ricorda lo stesso regista), ma poi, quando cadde il comunismo e venne eletto un governo democratico, il progetto venne abbandonato perché dopo la Rivoluzione di velluto nessuno era interessato a un documentario su un regista italiano. Minac aveva ottenuto l’attenzione di Fellini grazie all’aiuto del leggendario regista slovacco – e amico di Fellini – Juraj Jakubisko, e ruscì a inviare una sua lettera di richiesta al maestro riminese. Che accettò. E, dopo una serie di avventure, Minac arrivò a Roma nell’autunno 1989, insieme a Jakubisko, e riuscì a intervistare il maestro. Poi la pellicola inutilizzata fu stoccata in un magazzino in Moravia, insieme a migliaia di altre, dove solitamente veniva tagliata a pezzetti e usata come imbottitura nei materassi. Solo con grande fortuna Minac riuscì dopo anni a rintracciare circa il 60% del materiale girato. E da allora ha questo sogno nel cassetto: finire il film. Minac racconta le vicissitudini più che ventennali del progetto in un video che mettiamo qui sotto. Vi appare anche il Primo ministro Vladimir Meciar, il ras della Slovacchia degli anni ’90, che impedì la lavorazione del film in questione dopo che Minac aveva già preso accordi per la produzione con la Televisione nazionale slovacca STV. La ragione? Fellini non era slovacco…

Solo un quarto di secolo più tardi Minac decise di trasformare l’idea iniziale in un film sul fallimento del progetto. La sceneggiatura, che è in fase di completamento, ha ottenuto la Menzione speciale del Forum di coproduzione di Trieste, tenutosi nel gennaio scorso in occasione della 26esima edizione del Trieste Film Festival.

Le riprese del film di Minac sono previste per il 2015 e il completamento nel 2016. Il film sarà prodotto da Patrik Pass per Trigon Production e dalla società di produzione di Minac WIP. Il film dovrebbe essere una coproduzione slovacca con l’Italia, la Germania e la Repubblica Ceca. Il budget è stato fissato a 1,7 milioni di euro.

Già due anni fa era nato il plot del lungometraggio, col titolo “Historia filmu, ktory sa nikdy nenakrutil” (Storia di un film mai girato), con l’intento di fare una dichiarazione d’amore per il grande maestro italiano. Ma i piani si sono dilungati di qualche tempo. In origine, infatti, le riprese (in Italia e Slovacchia) dovevano partire nel 2013 e il fim sarebbe dovuto essere presentato quest’anno.

Minac è noto per aver girato una trilogia sulla vita di Nicholas Winton – lo Schindler inglese che, eroe “normale” a suo dire, ha salvato quasi settecento bambini ebrei dalla Cecoslovacchia occupata: il film “Všichni moji blízcí” (All My Loved Ones, 1999), e i documentari “The Power of Good” (2002, che vinse un Emmy Award) e “Nickyho rodina“ (Nicky’s Family, 2011).

sta per sviluppare una docu-comedy basata su eventi reali e che ripercorre la storia di un suo sogno irrealizzato di finire un ritratto di Federico Fellini che lui aveva cominciato nel 1989.

(P.S.)

foto Wikipedia / Library of Congress

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google