Un terzo dei motociclisti vittime della strada è morto sotto l’influenza di alcol

moto_(bruno_brujah-8001632650)

Secondo uno studio compilato dall’Istituto di medicina legale dell’Università Comenius di Bratislava quasi un terzo dei motociclisti morti in incidenti stradali aveva valori alcolici nel sangue superiori al consentito. L’analisi deriva dalla comparazione di 311 casi di incidenti mortali degli ultimi 20 anni (1992-2012).

Nel 91% dei casi esaminati i conducenti di moto e motorini deceduti erano uomini, e due terzi delle vittime sono morte sul luogo del sinistro. Oltre la metà degli incidenti mortali (il 54%) si sono verificati con la collisione dei mezzi a due ruote con un altro veicolo, mentre meno di un terzo (il 28%) sono stati dovuti ad un impatto con oggetti statici come alberi, pali o parapetti. Il 18% delle vittime è perito in seguito a una tragica caduta sulla strada.

Secondo i dati a disposizione dell’istituto, che dipende dalla Facoltà di medicina Jessenius con sede a Martin, 91 dei motociclisti rimasti uccisi il 29% erano sotto l’influenza dell’alcol al momento del sinistro. Tra le cause, oltre all’alcol, anche la velocità eccessiva e la disattenzione, fattori più presenti nelle categorie più a rischio: maschi e giovani.

A conti fatti, i motociclisti vittime della strada in Slovacchia sono solo una piccola frazione rispetto a quanto accade in Europa. Se sulle strade slovacche muoiono ogni anno tra i 25 e i 30 conducenti di veicoli a due ruote, in tutto il continente le vittime sono ben 6.000.

(Red)

Foto bruno_brujah@flickr

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google