SNP: polemiche in vista del 70esimo anniversario

Monumento all'SNP, Banska Bystrica

A un mese dal 70esimo anniversario dell’Insurrezione nazionale slovacca (SNP), che cade il prossimo 29 agosto, l’operazione della resistenza armata slovacca contro gli occupanti tedeschi nel 1944, è scoppiata nei giorni scorsi una polemica su un sito web appena inaugurato da una persona che si dichiara discendente dell’allora capo dello Stato mons. Jozef Tiso.

Il sito www.29august1944.sk descrive la rivolta nazionale come un complotto anti-Stato e un crimine perpetrato contro gli interessi degli slovacchi, una versione dei fatti nient’affatto condivisa dalla linea dominante tra gli storici e specialisti slovacchi della materia. In più, a rincarare la dose c’è il fatto che tra i promotori del progetto vi sia anche un funzionario dell’Istituto nazionale per la memoria (UPN), ovvero proprio l’istituzione preposta alla documentazione dei crimini commessi sotto lo Stato slovacco degli anni 1939-1945, quello guidato da Tiso, e sotto i quarant’anni di comunismo.

Una dichiarazione congiunta da parte di esperti della SNP, tra cui i capi di diversi istituti storici dell’Accademia slovacca delle Scienze accusa il fatto che «descrivere la rivolta partigiana come un crimine anti-stato è un insulto alla memoria delle migliaia di persone che hanno dato la loro vita per la lotta contro il fascismo in Slovacchia e oltre i suoi confini». La polizia ha intanto aperto un’inchiesta sul sito web per determinare l’eventuale esistenza di crimini d’opinione.

Leggi di più sull’Insurrezione nazionale slovacca su Wikipedia.

(Fonte Pravda)

Fofo: Monumento all’SNP, Banska Bystrica

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.