Difensore civico: il Ministro Pellegrini si occupi subito della malnutrizione nei riformatori slovacchi

Il Difensore civico della Repubblica Slovacca Jana Dubovcova ha esortato il neo Ministro dell’Istruzione Peter Pellegrini (Smer-SD) ad affrontare senza indugio il problema della insufficiente alimentazione dei minori accolti presso i riformatori slovacchi. Come era stato dimostrato in modo plateale dalla Dubovcova stessa in una udienza alla Commissione per l’Istruzione in maggio, presso le strutture di rieducazione del sistema carcerario slovacco c’è una pesante situazione di malnutrizione che colpisce i ragazzi e bambini in un’età fondamentale per la loro crescita e salute futura. Dopo la denuncia in commissione anche la Procura generale della repubblica aveva aperto un fascicolo per indagare, per la verità non sui fatti sostanziali ma sulla compatibilità del tutto formale nei confronti del rispetto della legge attualmente in vigore.

La Dubovcova ha ricordato di avere già un anno fa sollevato la questione con il ministero, che ad oggi ancora non ha mosso un dito per alzare le indennità giornaliere destinate alle razioni alimentari nei centri in discussione. Oggi lo Stato paga una quota giornaliera tra i 2,45 e i 3,01 euro a persona, a seconda dell’età del ragazzino rinchiuso in carcere minorile. Oltre alla Commissione Istruzione, il problema è stato inoltre portato nei mesi scorsi all’attenzione del Ministro delle Finanze Peter Kazimir.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Le quote giornaliere sono state decise nel 2011, e la Dubovcova ricorda che con la crescita dei prezzi alimentari avvenuta nel frattempo le razioni sono dovute essere ridotte di conseguenza, finendo sotto al livello minimo di nutrizione.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.