Premi agli informatori dal Ministero degli Interni per scovare i casi di corruzione

corruzione-bustarella (foto_ps)

Una nuova proposta preparata dallo staff del Ministero dell’Interno vuole incoraggiare le denuncie contro la corruzione e i reati collegati, mettendo una “taglia” sui corruttori che può arrivare a 17.600 euro. Una ricompensa che sarà pagata solo se al processo seguirà una condanna. La proposta è inserita in un nuovo disegno di legge che il ministero sta preparando. I reati in questione includeranno la corruzione, l’uso improprio dei fondi europei, le frodi sui benefit sociali e i reati nel settore della Pubblica amministrazione. La legge prevede l’anonimità delle denunce, per evitare i casi di licenziamento avvenuti in passato di impiegati che avevano fatto la soffiata sui loro datori di lavoro.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.