Gli eurodeputati slovacchi chiedono spazio per parlare al Parlamento nazionale

parlamen-europ_(eu_parliament-11964618974)

I deputati slovacchi del Parlamento europeo eletti lo scorso 25 maggio chiedono la possibilità di poter intervenire anche presso il Consiglio Nazionale della Repubblica Slovacca, il proprio Parlamento nazionale. Undici dei tredici europarlamentari slovacchi hanno preparato una lettera congiunta da consegnare al Parlamento oggi 18 luglio, chiedendo al Presidente Paska di consentire loro la possibilità di discutere con i deputati nazionali. Uniche voci fuori dal coro, che hanno preferito per il momento astenersi, sono due deputati Smer, Boris Zala e Monika Smolkova.

In passato l’idea era stata promossa da due parlamentari OLaNO ma fu respinta, anche se Paska promise di invitare gli eurodeputati alle sessioni parlamentari riguardanti l’agenda europea.

Il primo partito dell’opposizione KDH, tuttavia, non è d’accordo con questa proposta. Il leader dei cristiano-democratici Jan Figel trova che i deputati europei dovrebbero lavorare al Parlamento europeo, e non vede ragione di rallentare i lavori parlamentari per farli intervenire anche nell’aula a Bratislava. E questo malgrado KDH abbia visti confermati i suoi due eurodeputati nelle elezioni di maggio.

(Red)

Foto EU Parliament@Flickr 

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.