IFP: l’ultimo consolidamento fiscale ha portato a un rallentamento della crescita economica

soldi (foto_publicphoto.org)

Nella sua ultima relazione, l’Istituto di Politica Finanziaria (IFP), il braccio di analisi economica del Ministero delle Finanze slovacco, ha dichiarato che i tagli di spesa fatti dal governo nell’ambito dell’azione di consolidamento delle finanze pubbliche sono stati dolorosi per l’intera economia slovacca nel breve termine, e forse l’impatto in fin dei conti meno amaro sulla crescita economica è stato l’aumento delle imposte indirette.

Nella sua breve storia la Slovacchia ha visto tre periodi di consolidamento fiscale: nel 1993-1995, nel 2003-2005 e l’ultimo negli anni 2011-2013. Nonostante la durezza della manovra governativa nel secondo di questi periodi, la crescita economica era accelerata, anche grazie a un trend positivo in tutta l’economia mondiale, insieme all’adesione della Slovacchia all’UE e alle riforme strutturali del tempo. Mentre la manovra su tasse e tagli di spesa iniziata nel 2011 ha portato a una riduzione della crescita economica nell’ordine di 1-1,8 punti percentuali.

(Red)

Foto publicphoto.org

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.