Slovacchia: ancora grande il divario tra classi sociali, ma rischio povertà in lieve regresso

Uno studio a livello europeo pubblicato nei giorni scorsi dall’Ufficio di Statistica mostrerebbe che la povertà in Slovacchia starebbe regredendo, almeno questo il risultato del 2012, che in ogni caso si è rivelato un anno difficile economicamente per gli slovacchi. Secondo l’indagine, la Slovacchia ha migliorato i suoi dati nel 2012 nonostante rimanga tra i paesi del continente con i maggiori divari sociali. Con il 12,8% della popolazione a rischio povertà (695 mila persone), il paese ha comunque fatto meglio dell’anno prima, migliorando dello 0,04% (pari a 22.000 persone in meno).

La soglia di rischio povertà è stata fissata a 4.042 euro di reddito annuo a persona. Le categorie più minacciate sono i disoccupati (43,8%), le famiglie monoparentali con figli (30,1%) e le famiglie con tre o più figli (29,9%).

Le statistiche su reddito e condizioni di vita dell’UE (EU-SILC) sono state realizzate nella primavera 2013 con i dati 2012 di circa 6.000 famiglie.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.