In Slovacchia, lontano dall’Europa. Le ragioni del flop elettorale europeo

europee_affluenza

Non è un Paese da assalto ai seggi. Già nelle elezioni europee del 2004 e del 2009 la Slovacchia vinse la gara dell’astensionismo tra gli stati dell’Unione Europea con il 17% e il 20% scarsi di affluenza. Ma il peggio doveva ancora venire: il record negativo è stato toccato con il voto di maggio, un 13% imbarazzante per il governo di Bratislava, soprattutto se paragonato con la media europea (43%) o con la vicina Austria (46%).

La fuga dalle urne è stata motivata dalla lunga serie di elezioni, quattro in 12 mesi fra regionali, presidenziali, europee e comunali, che hanno stremato gli elettori e prosciugato i partiti, arrivati all’appuntamento comunitario senza energie. Ci sono però ragioni congenite, slegate dal particolare momento. Ľuboš Blaha, membro del partito di sinistra Smer e presidente del Comitato per gli Affari Europei ha le idee chiare: “Lo slovacco medio pensa che 13 parlamentari su 751 non contino nulla e sia inutile votarli. Manca un modo di pensare ‘europeo’, l’Ue piace perché dà soldi, ma il senso di appartenenza culturale è ancora lontano”. Rincara la dose Andrej Klapica, candidato senza successo a Strasburgo con i cristiano-democratici di Kdh: “Il problema è l’ignoranza. Nelle scuole gli studenti pensano che il parlamento europeo si trovi a Bruxelles e non sanno nemmeno i nomi dei loro 13 deputati”. Nel mirino anche i giornalisti, che «parlano poco di Europa: la media annuale di un europarlamentare in televisione è 4 minuti, nulla in confronto ai politici nazionali».

Leggi su Blogbabel.it il reportage di Vincenzo Genovese, giovane laureato della Scuola di giornalismo dell’Università Cattolica di Milano, venuto di recente in Slovacchia per documentare il rapporto dei suoi cittadini con l’Europa e l’euroscetticismo.

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.