Ricche pensioni agli ex agenti comunisti. UPN ne chiede la riduzione

KSC_partito-comunista-cecoslovacco_(da_jangaso.sk)

L’Istituto per la Memoria della Nazione (UPN) aveva presentato nel 2013 al governo monocolore Smer-SD una proposta per ridurre le pensioni (o imporvi una tassa speciale) degli ex membri della polizia segreta comunista StB. Come ha scritto Sme nei giorni scorsi, le ricche pensioni agli ex agenti comunisti sono state già ridotte in Polonia, Germania e Ungheria. E la Corte europea dei diritti dell’uomo ha sostenuto lo scorso anno queste decisioni.

La Repubblica Ceca ha anche aumentato le pensioni degli ex prigionieri politici, una mossa che UPN ha proposto di fare anche in Slovacchia. Smer dovrebbe aumentare le pensioni alle vittime del regime totalitario utilizzando il denaro da trattenere dalle pensioni degli ex agenti, secondo l’Istituto.

Chi ha lavorato per oltre 15 anni nella StB riceve pensioni più ricche della media, pari a circa 800 euro al mese oltre a mensilità aggiuntive da parte del Ministero dell’Interno. Il ministero ha dichiarato a Sme che presto aprirà una discussione sul tema con UPN.

(Fonte Sme)

Nella foto: KSC – Partito comunista cecoslovacco (jangaso.sk)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.