Giornata di musica slovacca: Roma applaude Červienka e i Ciganski Diabli

Durante il Festival Internazionale della Musica „Nazioni in festa – Musica in viaggio“ (iniziato lo scorso 18 giugno con concerti fino al 4 luglio) presso l’Accademia Filarmonica Romana, il 20 giugno si è svolta la giornata dedicata ai musicisti slovacchi. Oltre alla Slovacchia, partecipano al festival anche Spagna, Portogallo, Ungheria, Austria, Norvegia, Malta, Argentina e Iran. Il festival è annuale ed è arrivato alla quarta edizione grazie alle collaborazioni con diverse ambasciate e vari istituti di cultura accreditati in Italia.

La Giornata Slovacca è stata organizzata in particolare dall’Accademia Filarmonica Romana e dall’Istituto Slovacco a Roma, e grazie al sostegno dell’Ambasciata della Repubblica Slovacca con un aiuto economico da parte del Ministero della Cultura e di sponsor privati.

Il pubblico romano ha potuto assistere al concerto del giovane e carismatico fisarmonicista slovacco Michal Červienka, che ha tratto il suo programma dai lavori, tra gli altri, di Richard Galliano e del compositore italiano Vittorio Monti, che scrisse all’inizio del secolo scorso uno dei pezzi più apprezzati dagli tzigani nei loro concerti: Csárdás. Červienka ha unito senza soluzione di continuità il repertorio classico con armonie moderne di altri generi musicali, come jazz o soul.

Nella seconda parte della serata Roma è rimasta affascinata dalle musiche piene di temperamento dei Cigánski Diabli (Diavoli Zingari) che da oltre 20 anni rappresentano la Slovacchia con successo in tutto il mondo e che hanno portato la loro fantastica energia nei giardini dell’Accademia Filarmonica, accompagnando a brani classici diverse composizioni etniche, tzigane, jazz, con continui virtuosismi. Tra questi, un noto “numero” del cimbalista Ernest Sarkozi, una vera istituzione nel campo: suonare il cimbalom alla cieca, in uno sketch emozionante di bravura e abilità, aggiustato con una buona dose di gigioneria.

Ai concerti hanno partecipato gli ambasciatori Maria Krasnohorska, il collega presso la Santa Sede, Peter Sopko, il direttore dell’Istituto Slovacco Peter Dvorsky e diversi rappresentanti del corpo diplomatico e vari connazionali e amici della Slovacchia.

(Fonte Ambasciata della Repubblica Slovacca in Italia)

Nella foto: Ciganski diabli

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.