Italia: Langhe, Monferrato e Roero da oggi Patrimonio mondiale Unesco

I 21 stati membri del comitato UNESCO, riuniti a Doha capitale del Qatar, hanno stabilito che i territori collinari situati al sud del Piemonte di Langhe, Monferrato e Roero, racchiusi nelle province di Asti, Alessandria e Cuneo, sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Cinquantesimo sito italiano e primo interamente dedicato alla coltura della vite e del vino.

La candidatura risale a circa dieci anni fa, nelle cattedrali sotterranee di Canelli (AT), cantine dove è nato e viene tutt’ora prodotto lo spumante Italiano. Ma non solo spumante. In queste zone è prodotta anche un’innumerevole quantità di vini rossi e bianchi di tutto rispetto, la cui produzione è favorita da un clima continentale con estati tendenti alla siccità ed inverni particolarmente freddi. Anche grazie ad una particolare conformazione idrogeologica questa zona è una delle più note regioni vitivinicole a livello mondiale.

Tra i vini rossi più conosciuti di queste parti possiamo citare il Barbera d’Asti, il Dolcetto d’Ovada ed il Dolcetto d’Acqui, Freisa, Grignolino – e ce ne sono molti altri – mentre tra i bianchi degno di nota è il Cortese di Gavi. Tra gli spumanti e i vini da dessert l’Asti spumante, il Brachetto d’Acqui ed il Moscato d’Asti.

L’Italia ed in particolar modo il Piemonte possono essere orgogliosi di questo importantissimo riconoscimento, del quale non si possono fregiare nemmeno i territori francesi della Borgogna e dello Champagne. Il Ministro delle politiche forestali Maurizio Martina ha così commentato: «È la prima volta, infatti, che l’Unesco riconosce un paesaggio vitivinicolo italiano quale bene unico al mondo, patrimonio dell’umanità per la sua eccezionalità rurale e culturale. È un risultato prezioso che rafforza il posizionamento a livello di mondiale di alcune delle produzioni vitivinicole più pregiate e apprezzate del nostro Paese. Al tempo stesso l’Unesco ha riconosciuto l’essenzialità dell’agricoltura e degli agricoltori quali sentinelle nella conservazione del paesaggio».

Mente le parole del Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino sono state: «Questo è un punto di partenza e non di arrivo. L’Unesco ha riconosciuto il valore storico, naturalistico e culturale di una terra che per le grandi qualità estetiche incarna l’archetipo di paesaggio vitivinicolo europeo».

(Andrea Icardi, via it.OpinionsPost.com)

.

Foto: 1) le Langhe – jacqueline_poggi@flickr, 2) vini del Monferrato – wikimedia, 3) in cantina nelle Langhe –  fonte, 4) e 5) paesaggio del Barolo e vendemmia –  Ente turismo Langhe Roero 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google