Scambi con la Russia cruciali. Altre sanzioni UE andrebbero a danno dell’economia slovacca

Venerdì 20 giugno il Ministro degli Affari esteri ed Europei Miroslav Lajcak ha aperto a Bratislava un business forum slovacco-russo, che lui ha detto essere una delle forme possibili di cooperazione economica tra i due paesi, sottolineandone l’importanza in progetti specifici. Accennando alla crisi ucraina, il ministro ha ammesso che il problema riguarda i rapporti commerciali tra la Russia e l’Unione europea, ma ha espresso la convinzione che Slovacchia e Russia potranno superare questo momento di rapporti tesi. Al forum sono intervenuti circa 130 rappresentanti di imprese commerciali russe e slovacche, oltre a numerosi delegati di istituzioni statali.

Sul tema delle relazioni commerciali slovacco-russe, il Premier Robert Fico ha detto alla Radio Slovacca che ulteriori sanzioni economiche occidentali contro la Russia sarebbero un male per l’Unione europea e in particolare per la Slovacchia. Al punto da rischiare di perdere – o quanto meno procrastinare – l’esportazione di circa 250 mila autovetture che oggi partono dagli stabilimenti slovacchi con direzione Mosca. «Per non parlare di altre cose», ha sottolineato Fico. Gli esperti si aspettano che nel 2015 la Slovacchia abbia uno tra i più alti tassi di crescita economica nell’UE (oltre il 3% del PIL), ma con nuove sanzioni alla Russia la nostra crescita potrà arrivare al massimo all’1%, ha aggiunto.

(Fonte Radio Slovakia International)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.