Gasparovic mette la firma su riforma giudiziaria, matrimonio tradizionale e legge elettorale

Tra gli ultimi suoi atti da Presidente, Ivan Gasparovic ha firmato in legge giovedì l’emendamento costituzionale passato in Parlamento all’inizio del mese su matrimonio tradizionale e magistratura, che entrerà in vigore a partire da settembre. Ha anche firmato un emendamento alla legge elettorale.

La riforma del sistema giudiziario prevede che i giudici in carica e i candidati a giudice saranno oggetto di una valutazione delle loro competenze per il lavoro, e una dichiarazione di competenza per i criteri richiesti del singolo giudice dovrà essere presentata dal Consiglio giudiziario dopo una verifica dell’Ufficio di sicurezza nazionale (NBU). Il capo della Corte Suprema non potrà più presiedere il Consiglio giudiziario, i cui 18 membri saranno selezionati da Parlamento, governo e Presidente (tre membri ciascuno), mentre i giudici selezioneranno i restanti nove membri.

Con questo provvedimento i giudici perdono l’immunità nei procedimenti penali, per procedere ai quali non sarà più necessario il nulla osta della Corte Costituzionale. Il suo assenso sarà però ancora necessario per la carcerazione di un giudice.

Lo stesso provvedimento ha inserito in Costituzione una più stretta definizione del matrimonio, ora chiaramente indicata come istituto di «unione esclusiva tra un uomo e una donna», cosa che ha fatto storcere il naso a organizzazioni LGTB e di difesa dei diritti umani.

Quanto alla legge elettorale, l’emendamento i questione unifica le norme per tutti i tipi di elezioni in Slovacchia (politiche, locali, regionali, presidenziali), introducendo una moratoria di 48 ore prima del voto, che ora vigeva soltanto per alcuni tipi di elezioni. La normativa vieta la pubblicazione dei risultati dei sondaggi di opinione pubblica di tipo politico due settimane prima delle elezioni. Se le elezioni hanno due turni, il divieto sarà in vigore anche per una settimana prima del secondo turno.

Altra novità è la necessità di studi superiori per i sindaci, che oggi potevano essere eletti anche se analfabeti. Secondo alcuni, questa norma potrebbe finire alla Corte costituzionale, per il suo assunto ritenuto anticostituzionale.

(Red)

Foto prezident.sk

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google