Mondiali, tifosi e scaramanzia: ora siamo fregati!

E vai! Una grande Italia, con due grandi gol di Marchisio e Balotelli, ha superato con pieno merito l’Inghilterra nella prima partita dei Mondiali in Brasile. Missione compiuta. Hanno fatto a pieno il loro dovere gli Azzurri e il commissario tecnico Prandelli, nell’afa pluviale di Manaus. Ma – nessuno ce ne ha dato abbastanza merito – abbiamo fatto a pieno il nostro dovere anche noi tifosi qui in Italia, mettendo in atto con ottimi risultati tutti i nostri riti scaramantici: la maglia portafortuna, la posizione sul divano, il minuto in cui si stappa la birra, la formula magica da pronunciare a mezza voce per indirizzare verso la rete i tiri dei nostri giocatori e deviare quelli degli attaccanti inglesi oltre le tribune, verso la foresta amazzonica.

Ce l’abbiamo fatta, grandissimi tifosi azzurri: bravi tutti noi! Il bello – e il difficile – però, arrivano proprio adesso. E mica tanto per Balotelli e gli altri giocatori della nostra Nazionale. Loro, in fondo, stanno solo facendo il loro mestiere. Vuoi mettere tutti noi – studenti, operai, impiegati, liberi professionisti, casalinghe, disoccupati, commercianti, ristoratori… – che invece adesso dovremo confermarci efficientissimi tifosi professionisti anche contro il Costarica (diventato di colpo fortissimo: ci mancava solo questa, cazzo!) e l’Uruguay nelle prossime partite dell’Italia?

Qualcuno diceva che “chi ben comincia è a metà dell’opera”, ma la verità è un’altra: chi ben comincia, ha solo cominciato. Il casino è ripetersi. E allora adesso siamo davvero fregati, noi che di mestiere in questi Mondiali brasiliani facciamo i tifosi, perché la scaramanzia con i suoi ferrei rituali ci metterà a dura prova.

Perché quella maglietta azzurra e sudata, sporca di birra e unta di olio della pizza, mica puoi lavarla proprio adesso, sul più bello: se gli Azzurri continuano a vincere, ci toccherà puzzare allegramente ad ogni partita di più. Anche il posto sul divano deve rimanere rigorosamente quello, e pure i vicini di postazione: quindi dite a chi aveva prenotato le vacanze e prevedeva di guardare le prossime partite altrove di annullare tutto, altrimenti l’incantesimo potrebbe rompersi. Mi raccomando pure per le formule di saluto, il canto comunitario dell’inno, il menu pre-partita: nessuno osi cambiare qualcosa, o gli dei della sorte si ribelleranno, la scaramanzia andrà a farsi fottere, e per noi tifosi sarà solo pianto e disperazione. Se avevate una caramella, una moneta, o anche una lista della spesa in tasca, vedete di non perderla inavvertitamente: in questi giorni, è più preziosa di qualunque carta di credito.

Tutto chiaro, colleghi tifosi? Mi raccomando. Supermario e gli altri continueranno a fare a pieno il loro dovere, ne sono certo. Vediamo anche noi di servire al meglio la patria azzurra. Ah, un’ultima cosa: i puristi della scaramanzia giurano che anche le mutande dovrebbero essere sempre quelle. Amici, ve lo confesso pubblicamente in anticipo: se nelle prossime partite i risultati della Nazionale non arriveranno, sarete autorizzati ad incolpare me per avervi tradito indossando biancheria pulita. Tifoso professionista sì, ma non fino a questo punto.

(Francesco Guiotto, via it.OpinionPost.com)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google