Il discorso di inaugurazione di Kiska: facciamo tutti qualcosa per promuovere decenza e moralità

Dopo aver giurato ieri come Presidente della Repubblica Andrej Kiska, nel suo primo discorso ufficiale, ha dichiarato che intende incoraggiare le persone che non si sono ancora rassegnate a promuovere la decenza e la moralità nel Paese. Queste persone, ha sottolineato, secondo Tasr, «sono gli eroi di tutti i giorni. Ce ne sono molti in Slovacchia. Molte persone non permettono furti nelle loro famiglie, non lasciano che avvengano reati o che vengano raccontate bugie. A casa tutti ci rendiamo conto che ognuno deve fare qualcosa perché questo si realizzi», ha detto, aggiungendo che fiducia e impegno sono necessari anche nella vita pubblica. Sarebbe normale, ha rilevato, non dare tangenti e opporsi a ingiustizia e illegalità.

Nonostante le statistiche indichino che la Slovacchia non è mai stata meglio in passato, ha ricordato il nuovo presidente, ci sono molti che sono convinti che il Paese non sta andando nella giusta direzione. «Abbiamo spesso sentito che la moralità e la decenza sono scomparsi, che sono l’egoismo, il cinismo, il nepotismo, l’appartenenza politica e la spietatezza che dominano la scena pubblica. Voglio dire alle persone che vogliono un cambiamento che devono lottare [per ottenerlo]», ha detto.

Kiska ha rivendicato la sua posizione indipendente – da governo e opposizione – non solo in campagna elettorale, ma anche e più ancora ora che prende la carica di capo dello Stato. Sono molte le sfide da affrontare, «non ci dovrebbe essere posto per guerre personali e rivalità», e per questo egli ha detto che è pronto a cooperare con il Parlamento e il governo, a favore del bene pubblico.

Quanto a politica estera, il nuovo presidente intende seguire la direzione presa finora dai rappresentanti politici, continuando «nella tradizione dei presidenti slovacchi, che hanno sempre agito come sostenitori accaniti della cooperazione euro-atlantica», ha detto.

In vista della presidenza slovacca dell’Unione Europea (che avverrà nel 2016), Kiska ritiene questa un’occasione unica per risaltare come l’adesione della Slovacchia all’UE non sia soltanto ragione per ottenere fondi europei ma ha anche significati più profondi come la promozione della pace in Europa. Non potremo contare su altri per garantire la sicurezza senza prima adempiere ai nostri impegni internazionali, ha aggiunto.

(Fonte Tasr)

Foto: frames da video Ladislav Vavro

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google