Miskov contro il trasferimento del commercio estero al Ministero degli Esteri

Il Ministro dell’Economia e delle Costruzioni Juraj Miskov (Libertà e Solidarietà / SaS) è in totale disaccordo con la proposta di emendamento alla legge delle competenze attualmente in discussione, che prevede che i poteri che riguardano il commercio estero dovrebbero passare dal Ministero dell’Economia al Ministero degli Affari Esteri. Lo si è appreso da un comunicato stampa rilasciato dal Ministero dell’Economia ieri. Secondo Miskov la proposta contraddice il Manifesto di Governo, che non contiene alcuna menzione del trasferimento di poteri per il commercio estero al Ministero degli Affari Esteri. Dunque il Ministero dell’Economia userà tutti i mezzi a sua disposizione per bloccare la proposta, cercando nel frattempo la cooperazione con gli Affari Esteri. La perdita della gestione del commercio con l’estero permetterebbe di indebolire sensibilmente la flessibilità del Ministero dell’Economia per gli investimenti e le questioni energetiche, e i tentativi di migliorare l’ambiente imprenditoriale. Ciò significherebbe inoltre che l’elaborazione delle informazioni e il trattamento di documenti e materiali per colloqui bilaterali con i partner stranieri diventerebbe più difficile. Miskov ha detto che non c’è assolutamente alcun vantaggio nella modifica proposta in termini di efficienza finanziaria.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.