Everybody dance – gli italiani Gabin mandano in estasi il pubblico della Jazz Night

Verso la mezzanotte del 13 giugno, dopo i concerti del Cécil Verny Quartet (Germania) e della Kormac’s Big Band (Irlanda), sono saliti sul palco della Design factory di Bratislava come gruppo principale della sesta edizione della Jazz Night gli italiani Gabin. Una band straordinaria, con collaborazioni davvero importanti; basti pensare che hanno suonato e inciso con nomi come Chris Cornell, mitica figura del grunge e cantante dei Soundgarden, Dee Dee Bridgewater, leggendaria cantante jazz, con Nadeah Miranda cantante dei francesi Nouvelle Vague o con Ace vocalist degli Skunk Anansie.

Appena i Gabin hanno iniziato, le tantissime persone che gremivano la Design factory di Bratislava – ex fabbrica riconvertita in spazio polifunzionale dove si tengono regolarmente eventi culturali – si sono accalcate sotto al palco.

Il percorso musicale che hanno proposto ha illustrato i quasi 15 anni della loro attività, con hit internazionali riconosciuti immediatamente dal pubblico anche perché alcuni di questi utilizzati per colonne sonore di film o serial molto noti, come “Fantastici 4”, “Monster in Law” (con Jennifer Lopez e Jane Fonda), “Sex and the City”, “Six Feet Under”, “Grey’s Anatomy”, oppure per le pubblicità internazionali di Polaroid, Samsung, Renault. Pantene, HBO.

 

Canzoni come “Doo Uap”, “The other way round”, “Life can be so beautiful”, “Keep it cool” sono state accolte dal pubblico con grandi ovazioni e con la Design factory che mano a mano che lo spettacolo andava avanti si è trasformata in una scintillante sala da ballo.

Anche a Bratislava la creatività del duo romano Filippo Clary e Massimo Bottini, fondatori del progetto Gabin, si è unita molto bene con la voce soul di Lucy Campeti, ottima cantante che ha dominato sul podio della Jazz Night con carisma, simpatia e tonalità profonde e solari alla Aretha Franklin.

Dopo l’edizione del 2011 con il Nicola Conte Jazz Combo, l’Italia è tornata “headliner” alla Design factory – grazie all’Istituto Italiano di Cultura e al Dolce vitaj – ed anche questa volta con Gabin lo ha fatto davvero alla grande.

 

(Marco Gerbi)

Foto Rudolf Baranovic / IIC Bratislava

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google