Roma, incontro Mogherini-Lajcak: l’Italia può contare sulla Slovacchia nel suo semestre UE

Il Ministro italiano degli Affari Esteri Federica Mogherini si è visto ieri 12 giugno alla Farnesina con il collega slovacco Miroslav Lajcak. Al centro dell’incontro, tenutosi nell’ambito delle periodiche relazioni bilaterali, sono state in particolare le priorità del semestre di presidenza italiana dell’UE, che si terrà nella seconda parte di quest’anno.

Mogherini ha indicato gli investimenti per la crescita economica come il centro dell’agenda. Si è poi parlato di immigrazione, tema che, ha sottolineato anche Lajcak, è un chiaro caso in cui va esercitata la solidarietà europea. Entrambi i ministri hanno auspicato rapidità nelle nomine ai vertici delle istituzioni europee dopo le elezioni di maggio, anche come segnale a un’opinione pubblica europea sempre meno fiduciosa. I due funzionari hanno registrato concordanza di vedute sul completamento del processo di integrazione dei Balcani Occidentali e sulla necessità di mantenere sempre aperto il canale di dialogo con la Russia, anche per trovare una soluzione alla crisi ucraina dove, comunque, hanno entrambi apprezzato l’elezione legittima di Poroshenko, che dovrebbe aiutare a stabilizzare il paese.

I due hanno discusso anche di un ulteriore sviluppo delle relazioni bilaterali, sottolineando l’importanza del dialogo politico che ha riflessi positivi nella cooperazione a livello multilaterale.

Lajcak ha assicurato che l’Italia può contare su «un approccio costruttivo della Slovacchia per risolvere tutte le sfide urgenti che saranno trattate durante la sua presidenza». Secondo lui l’allargamento dell’UE è stata una delle politiche di maggior successo dell’Unione, e sarebbe bene che il processo continuasse. Allo stesso modo, Lajcak si è detto convinto che la Nato debba continuare la sua politica di apertura ad est, per dare opportunità all’ingresso di nuovi membri e aiutare la stabilità della zona.

(La Redazione, Fonte ministeri Affari esteri italiano e slovacco)

Foto Min.Esteri www.foreign.gov.sk

2 comments to Roma, incontro Mogherini-Lajcak: l’Italia può contare sulla Slovacchia nel suo semestre UE

  • Marco Di Marco

    Spero che nell’icontro si sia parlato anche dei bambini italiani rapiti e trattenuti illegalmente in Slovacchia da diversi anni… Nel 2012 si è calcolato che ci sono stati 13 bambini italiani rapiti in Slovacchia…
    Il caso ha voluto che l’incontro presso la farnesina tra i due ministri degli esteri sia avvenuto proprio il giorno del compleanno di mio figlio…
    Speriamo che il semestre di presidenza italiana presso l’UE serva anche per poter riportare i bambini italiani rapiti all’estero in Italia

  • liberato volpe

    Anche io sono un papà vittima di sottrazione internazionale di minore (mia figlia è stata trasferita illegalmente in Slovacchia dal mese di settembre 2010).
    Esiste ampia normativa in materia ma è solo teoria soprattutto nei casi di sottrazioni di minori verso la Slovacchia. Se esiste una Europa Unita e se dobbiamo sentirci Cittadini Europei,dipende anche da come i singoli Paesi Europei applicano la normativa sulle sottrazioni di minori. La Slovacchia è uno dei paesi che meno rispettano le Convenzioni e le normative europee su questo problema.
    Auspico un dialogo più intenso tra l’Italia e la Slovacchia affinché ai tanti minori sottratti e trasferiti illegalmente in Slovacchia venga restituita la figura genitoriale paterna (tutte le sottrazioni dalla Slovacchia sono state eseguite da donne).

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google