Multe a due attivisti slovacchi che hanno bruciato una bandiera UE

Un senato tre membri della Corte regionale di Bratislava ha condannato due slovacchi al pagamento di multe di 300 e 500 euro per aver bruciato una bandiera dell’Unione europea nel novembre del 2012, confermando così il verdetto emesso dal tribunale di livello inferiore lo scorso dicembre. La sentenza è ora esecutiva, e se i due non dovessero pagare la multa saranno passabili di arresto.

Il fatto avvenne il 10 novembre 2012 su piazza Dubček, davanti al Parlamento. Durante un discorso, Marian Misun e Stefan Potocky hanno tirato fuori la bandiera e le hanno dato fuoco. La manifestazione era stata organizzata per protestare contro l’arroganza dei rom, di cui fra gli altri Misun aveva subito le angherie come vicino di casa.

I due hanno detto alla corte di essere orgogliosi di averlo fatto, dal momento che “l’UE ha rubato tutto dalla Slovacchia”, e si sono dichiarati innocenti.

(Red)

Foto Niccolò Caranti@Flickr

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.