Mostra multimediale al Castello di Bratislava

Mostra ricca di simbologie quella che si sta svolgendo nel Castello di Bratislava da Martedi. L’iniziativa, denominata “ il muro sparito, la rivoluzione di velluto ed il superamento della separazione” , è stata promossa dal Presidente del Parlamento slovacco Pavol Paška e dal suo omologo tedesco Norbert Lammert e ha come scopo quello di presentare il difficile e lungo iter che ha dovuto attraversare la Germania per raggiungere l’unificazione. Interessanti fotografie e oltre 100 cortometraggi mostreranno le fasi salienti di questo viaggio verso l’unione delle due Germanie, partendo dalla storica caduta del Muro di Berlino , passando per lo smantellamento del famoso passaggio di frontiera Checkpoint Charlie fino ad arrivare alla nuova atmosfera che si respirava per le vie di Berlino. Secondo Lammert la caduta del muro ha significato una svolta per il vecchio continente, un segnale fondamentale per l’avvento della nuova Europa che tutt’oggi si sta formando. Paška, ricordando quanta importanza abbia rivestito per l’est Europa questo periodo di tumulti ed agitazioni alla fine degli anni ottanta, ha ritenuto opportuno sottolineare che gli Europei non dovranno solo usufruire dei vantaggi prodotti dall’unione ma dovranno anche essere pronti a risolvere le problematiche che vi si vengano a creare.

(Fonte Tasr)

Cronaca interna

La Slovacchia corre su Internet

Aumenta di anno in anno la popolazione “navigante”. I dati del recente sondaggio “La Slovacchia ed internet 2010”, svolto intervistando più di mille persone al di sopra dei quindici anni, hanno evidenziato che ormai il 60 percento degli slovacchi naviga abitualmente in rete. Secondo l’intervista, dei cibernauti quasi il 90 percento usa internet a casa, i due quinti ne usufruiscono sul luogo di lavoro mentre un quinto lo usa a scuola. Confortante anche il dato relativo a coloro che ancora non possiedono una connessione internet a casa: il 24% ne istallerà una nei prossimi dodici mesi.

(fonte Tasr a cura di Marco Monterosso)

Google Translate: la traduzione vocale aggiunge lo slovacco

Il popolare servizio Google Translate, che consente di ottenere la traduzione istantanea di testi e di intere pagine web, ha implementato da poco l’inserimento di nuove lingue nelle quali è possibile, tramite il software di sintesi vocale (text-to-speech, ovvero da testo a parola) ascoltare la pronuncia delle parole tradotte. È sufficiente cliccare sull’icona a sinistra della parola o frase tradotta. Inizialmente introdotta per la sola lingua inglese pochi mesi fa, da un paio di settimane sono disponibili nuovi lingue come l’italiano, il francese, il tedesco, lo spagnolo. Ora, tramite il software open source di sintesi vocale “eSpeak” si sono aggiunte molte altre lingue, europee e non. Per i connazionali che frequentano la Slovacchia è di grande utilità l’inserimento in questo gruppo della lingua slovacca. La qualità audio non è ancora eccezionale, ma speriamo in futuri miglioramenti. Restando in Europa centro-orientale segnaliamo anche l’albanese, il ceco, l’ungherese, il polacco, il russo, il croato e il macedone. Se poi si volesse esagerare, è disponibile anche il cinese mandarino. Buone traduzioni!

(Pierluigi Solieri)

Mostra multimediale al Castello di Bratislava

Mostra ricca di simbologie quella che si sta svolgendo nel Castello di Bratislava da Martedi. L’iniziativa, denominata “ il muro sparito, la rivoluzione di velluto ed il superamento della separazione” , è stata promossa dal Presidente del Parlamento slovacco Pavol Paška e dal suo omologo tedesco Norbert Lammert e ha come scopo quello di presentare il difficile e lungo iter che ha dovuto attraversare la Germania per raggiungere l’unificazione. Interessanti fotografie e oltre 100 cortometraggi mostreranno le fasi salienti di questo viaggio verso l’unione delle due Germanie, partendo dalla storica caduta del Muro di Berlino , passando per lo smantellamento del famoso passaggio di frontiera Checkpoint Charlie fino ad arrivare alla nuova atmosfera che si respirava per le vie di Berlino. Secondo Lammert la caduta del muro ha significato una svolta per il vecchio continente, un segnale fondamentale per l’avvento della nuova Europa che tutt’oggi si sta formando. Panska, ricordando quanta importanza abbia rivestito per l’est Europa questo periodo di tumulti ed agitazioni alla fine degli anni ottanta, ha ritenuto opportuno sottolineare che gli Europei non dovranno solo usufruire dei vantaggi prodotti dall’unione ma dovranno anche essere pronti a risolvere le problematiche che vi si vengano a creare.

(Fonte Tasr)

Istituzioni

Europarlamento: incoraggiare le donazioni e creare una “zona di scambio di organi europea”

Circa 60 000 persone in Europa attendono un organo per un trapianto, e ogni giorno 12 di loro muoiono perché non hanno trovato un donatore. Il problema è che in Europa non ci sono donazioni sufficienti, e non c’è un sistema che permetta di “scambiare” gli organi donati fra i diversi paesi. Nonostante 81 europei su 100 sia favorevole alla ‘Tessera del donatore’, solo 12 la possiedono, e le differenze fra un Paese e l’altro sono enormi. Il Parlamento Europeo sta discutendo una direttiva sul trapianto di organi, per aumentare la disponibilità e l’efficacia con cui un rene, un fegato, un polmone possono salvare una vita. Il relatore, lo slovacco Miroslav Mikolášik, mira a “fissare i principi che devono guidare la donazione, che deve essere sempre gratuita e volontaria, e tutelare con particolare attenzione il donatore vivente”. Il testo mette l’accento sulla coordinazione dei donatori fra diversi paesi. Una volta approvata dal Parlamento, i governi avrebbero tre anni per trasporre nella legislazione nazionale la direttiva in questione. Creare un’area europea, secondo Mikolášik, può aiutare a sconfiggere fenomeni come il traffico illegale di organi, e porterebbe ad elevare gli standard di sicurezza condivisi tra gli Stati membri. Una campagna di comunicazione comune, infine, renderebbe più facile e diffusa la donazione di organi. Un esempio positivo di scambio di organi, che riguarda direttamente Slovacchia ed Italia, è quello derivante dal progetto di twinning realizzato nel 2006-2008 con il Centro Nazionale Trapianti italiano come partner senior, che ha potenziato la rete trapianti slovacca. A questo è seguito un accordo per i trapianti di fegato tra i Ministeri della Salute italiano e slovacco, ed uno interospedaliero tra gli Ospedali Sant’Orsola di Bologna e Roosevelt di Banska Bystrica, che ha consentito a pazienti italiani di poter beneficiare di trapianto di fegato da donatori slovacchi.

(Fonte: Parlamento Europeo, Pierluigi Solieri)

Due giorni in Slovacchia per il presidente Croato Josipovic

E’ arrivato ieri, con due ore di ritardo a causa degli ormai ben noti problemi causati dal vulcano islandese, il presidente croato Josipovic, per l’atteso incontro a Bratislava con il presidente Gasparovic. Dopo aver accolto gli ospiti nel cortile del palazzo presidenziale con la tradizionale fetta di pane e sale, i presidenti hanno assistito al picchetto d’onore ed ascoltato i rispettivi inni nazionali, per poi ritornare nel palazzo e discutere dei successivi punti in agenda. Punto focale dell’incontro, il prossimo ingresso del paese balcanico nell’Unione Europea previsto nel 2012, per favorire il quale Josipovic potrà contare dell’esperienza della Slovacchia, di recente entrata nell’UE (2004). Il secondo giorno (oggi ,ndr) i Presidenti apriranno un forum economico e, dopo una breve visita del centro storico della capitale, si congederanno con il ritorno in patria del presidente Croato.

(Fonte: Tasr a cura di Marco Monterosso)

L’Ambasciatore Vallo commemora Slovacco che ha combattuto da partigiano in Romagna

L’Ambasciatore della Repubblica Slovacca in Italia Stanislav Vallo, nell’ambito di una visita in Romagna ha reso omaggio, assieme al Sindaco di Cervia, allo Slovacco Petr Jurcisin, militante nelle file partigiane cervesi e morto il 29 agosto 1944 in seguito ad uno scontro a fuoco con i nazisti. La città di Cervia ha dedicato allo

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google