Bruxelles: la Slovacchia esce dalla lista nera per deficit eccessivo

La Commissione europea ha tolto la Repubblica Slovacca dall’elenco degli stati con un rosso di bilancio superiore al 3%. Il paese aveva ricevuto da Bruxelles cinque anni fa, il 30 novembre 2009, la notifica di una risoluzione di procedura di infrazione per eccessivo deficit del Consiglio europeo.

Il governo ha riportato il suo deficit delle finanze pubbliche sotto il 3% del PIL solo nel 2013, dopo quattro anni segnati da un rosso ben più importante. Se nel 2008 il disavanzo fiscale si era limitato a un 2,1% del PIL, l’anno successivo (l’anno più nero per l’economia slovacca, quando la crisi globale fece crollare il PIL del 4,9%), il deficit schizzò all’8%, per poi essere successivamente contenuto nel 2010 al 7,5%, nel 2011 al 4,8% e nel 2012 al 4,5%. Nel frattempo, si erano succeduti governi di diverso orientamento. Prima la coalizione Smer-HZDS-SNS guidata da Robert Fico (2006-2010), poi il governo di centro-destra con Premier Iveta Radicova (negli anni 2010-2012) e infine di nuovo Robert Fico in un governo monocolore socialdemocratico Smer dalla primavera 2012.

(La Redazione)

foto: stock.xchng

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.